Anorgasmia, le possibili cause e le terapie di questo problema

0
813

L’anorgasmia è l’incapacità di raggiungere l’orgasmo, ovvero il culmine del piacere sessuale, anche dopo una stimolazione intensa.

Può colpire entrambi i sessi, ma è molto più diffusa tra le donne, costituendo uno di quei disturbi che, come il vaginismo o il dolore durante i rapporti, rendono difficile il rapporto di coppia e la vita sessuale.

Orgasmo e masturbazione

L’ anorgasmia può presentarsi nel corso del rapporto sessuale stesso, quale incapacità di provare un piacere completo durante il coito, o a seguito di una masturbazione anche prolungata. Per la donna, è relativamente normale riuscire a raggiungere meglio l’orgasmo tramite la masturbazione che non durante il rapporto sessuale: una situazione che non può essere considerata anorgasmia, poiché si tratta della una risposta personale allo stimolo sessuale, diverso da persona a persona.

anaorgasmia

Anorgasmia femminile

L’incapacità di raggiungere l’orgasmo è una caratteristica prevalentemente femminile, e per la donna costituisce uno dei disturbi sessuali più frequenti. Una certa percentuale di donne afferma di non avere mai provato l’orgasmo a dispetto di una vita sessuale regolare e attiva, e sono comunque in molte a non provarlo durante la penetrazione, così come sono tutt’altro che rare quelle donne che, per non deludere il partner, lo fingono.

Talvolta, al raggiungimento del piacere sessuale, nella donna si instaura una sorta di blocco, che le impedisce di essere totalmente appagata dal rapporto, e in ogni caso l’assenza di orgasmo femminile può provocare ansia e tensione all’interno della coppia, mettendo in discussione il rapporto sentimentale stesso.

Come può manifestarsi l’ anorgasmia

L’ anorgasmia può riferirsi a cause di origine diversa, sia di fisica che psicologica. Quando il soggetto non ha mai raggiunto l’orgasmo in tutta la sua vita sessuale, si parla di anorgasmia assoluta, e di solito è la conseguenza di paure, inibizioni e blocchi di carattere psicologico, che impediscono di concedersi totalmente al desiderio e alla passione.

Quando invece la capacità di raggiungere l’orgasmo viene meno nel corso del tempo, si parla di anorgasmia secondaria, e si manifesta spesso in persone già poco attive sotto l’aspetto sessuale. Specialmente nella donna, può verificarsi un’ anorgasmia occasionale, dovuta alla situazione del momento e al comportamento del partner, tuttavia si tratta di una condizione destinata a risolversi da sé.

anaorgasmia

Altre volte, l’impossibilità di raggiungere il piacere può essere indipendente dal contesto e legata a fattori fisici, come la paura di urinare o di provare dolore tipiche della menopausa, o ancora l’ anorgasmia può riguardare specificamente il coito, mentre l’orgasmo si manifesta normalmente dopo la stimolazione orale o manuale. In ogni caso, si tratta di un problema da non sottovalutare, poiché potrebbe compromettere la vita di coppia, o riferirsi ad una ridotta capacità di vivere il sesso e il piacere.

Alcune tra le cause più comuni

Ogni persona si comporta e reagisce diversamente nei confronti degli stimoli sessuali e del desiderio, e le cause dell’incapacità di provare piacere sono ancora poco chiare. Alcune situazioni particolari possono comunque influenzare notevolmente la vita sessuale e i rapporti intimi, tra cui l’assunzione di farmaci, sostanze stupefacenti e prodotti a base di ormoni, le infiammazioni croniche e gli interventi chirurgici a carico degli organi genitali, per le donne anche i traumi fisici e psicologici come l’infibulazione e la violenza sessuale, il dolore durante il rapporto e la scarsa lubrificazione vaginale.

Molto frequente nell’uomo è la difficoltà a raggiungere il piacere dovuta all’ansia da prestazione o ad un’eccessiva attenzione di far provare piacere alla partner. I farmaci che maggiormente incidono sul contesto sessuale sono gli antidepressivi e le sostanze psicotrope che, anche a basse dosi, provocano anorgasmia, impotenza, calo del desiderio ed eiaculazione precoce.

Se la difficoltà deriva da una violenza carnale, avvenuta anche a distanza di anni, la situazione può essere piuttosto complessa da risolvere, ed è consigliabile affidarsi ad un supporto psicologico. Anche i disturbi sessuali maschili, come l’impotenza o l’incapacità di mantenere l’erezione, possono influire sulla possibilità di raggiungere il piacere di entrambi i partner. Non sono da trascurare, ovviamente, le inibizioni di carattere educativo, religioso e culturale.

anaorgasmia

Suggerimenti e trattamenti

Ogni caso è a sé, di conseguenza, prima di procedere con qualsiasi trattamento, è necessario verificare se alla base dell’anorgasmia vi siano problemi personali, genetici, ormonali, funzionali o psicologici.

L’ anorgasmia, di per sé, non rappresenta un fattore di impotenza o di incapacità di provare piacere, ma si limita al mancato orgasmo, e non impedisce l’eiaculazione: si tratta comunque di un disturbo che ostacola una vita sessuale appagante e serena. Ogni rapporto di coppia deve essere accompagnato dal desiderio reciproco, ma anche dalla soddisfazione personale: è solo con una perfetta armonia, e con la condivisione del piacere, che si raggiunge un’intesa perfetta e il totale appagamento di entrambi.

Disturbi e disagi di carattere fisico, come il dolore durante il rapporto che può manifestarsi in menopausa, sono facilmente risolvibili chiedendo consiglio al proprio medico di fiducia, mentre i problemi psicologici e le inibizioni possono essere affrontate con successo grazie all’aiuto di uno specialista.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Ilmediconline.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.

Lascia un messagio

Please enter your comment!
Please enter your name here