Gastroenterite, sintomi, diagnosi e cure di questa infiammazione

0
66

La gastroenterite è una forma di infiammazione acuta o cronica che coinvolge stomaco e intestino, provocata da cause di diversa natura, dalle intolleranze alimentari, alle intossicazioni dovute all’ingestione di cibo contaminato, all’attacco di virus o di batteri.

Si manifesta con crampi addominali, nausea, vomito, diarrea e febbre e, soprattutto per i bambini e per i soggetti debilitati, può portare ad un grave stato di disidratazione e squilibrio elettrolitico. Spesso le forme acute si risolvono da sé entro uno o due giorni mentre, al contrario le forme croniche perdurano a lungo e potrebbero causare complicazioni.

Le cause della gastroenterite

In gran parte dei casi la gastroenterite è provocata da virus o batteri, tuttavia può correlarsi anche ad una variazione nella dieta e nelle abitudini alimentari, all’assunzione di farmaci, ad allergie e intolleranze. Talvolta la causa scatenante proviene da eccessi alimentari, ingestione di alcolici in grande quantità, di bevande molto fredde, cibi avariati e acqua contaminata.

E’ una delle malattie più frequenti e diffuse, e la migliore prevenzione è l’igiene, sia delle mani che delle stoviglie e dei prodotti alimentari, si tratta comunque di un disturbo che, per un motivo o per l’altro, quasi tutti sperimentano. Nelle forme virali, gli agenti patogeni attaccano le pareti interne dell’intestino tenue, che rilasciano dei liquidi provocando una diarrea acquosa. Molto spesso si parla di gastroenterite con il termine errato di “influenza intestinale”, mentre in realtà non è il virus dell’influenza a provocarla: nella maggior parte dei casi si tratta del rotavirus, specialmente nei bambini, e di altri ceppi virali come norovirus, adenovirus e astrovirus.

Raramente la gastroenterite può essere provocata da virus, come la salmonella: in questi casi si tratta quasi sempre di intossicazioni di origine alimentare, poiché i batteri proliferano sui cibi contaminati e inconsapevolmente consumati. Qualora il disturbo, pur non essendo particolarmente intenso, fosse persistente o tenda a ricomparire spesso, è necessario rivolgersi al medico e sottoporsi ad alcuni accertamenti, in quanto potrebbe trattarsi di celiachia o di un’altra forma di intolleranza alimentare.

gastroenterite

I sintomi della gastroenterite

La gastroenterite provoca sintomi piuttosto caratteristici, diarrea, crampi addominali, vomito e nausea, mal di testa e febbre, che possono comparire tutti o solo in parte. Nei pazienti in buona salute il decorso è rapido e la patologia si risolve in pochi giorni o addirittura in poche ore, senza che sia necessario alcun trattamento.

Nei soggetti più deboli, nelle persone anziane o debilitate e soprattutto nei bambini, il rischio maggiore è quello della disidratazione, che deve essere gestita tramite trattamento medico. Allo stesso modo, devono essere mantenute sotto controllo medico le forme di gastroenterite persistente e cronica, in quanto la reintegrazione dei liquidi diventa difficile, sia per la diarrea stessa, sia per la presenza del virus che impedisce l’assorbimento delle sostanze nutrienti.

Trattamenti e rimedi

Nelle forme virali non esistono cure vere e proprie, se non per ridurre i sintomi, specialmente la diarrea e il vomito. E’ importante curare molto l’alimentazione, specialmente nella fase acuta del disturbo, e soprattutto la reidratazione. Sono indicati alimenti secchi, asciutti e leggeri, tè, pane tostato e yogurt, evitando invece i prodotti ricchi di fibre, i succhi di frutta, il caffè, le bevande fredde, il latte e gli alimenti ricchi di grassi e zuccheri. L’attività intestinale alterata dai virus può trarre vantaggio dall’assunzione di probiotici, che reintegrano adeguatamente la flora batterica, reperibili in farmacia e in erboristeria.

Tra i rimedi naturali più validi si trovano il succo di limone fresco, diluito in acqua, e lo zenzero, anche sotto forma di tisana. Se il disturbo colpisce bambini e lattanti, è opportuno rivolgersi al proprio pediatra di fiducia, che provvederà a consigliare i prodotti migliori per ristabilire l’equilibrio della flora batterica intestinale e favorire una buona reidratazione. Qualora vi fosse il sospetto di avere ingerito alimenti o acqua contaminati, e di avere contratta un’infezione batterica, è necessario rivolgersi al medico, che provvederà a prescrivere una cura antibiotica specifica.

gastroenterite

Precauzioni e suggerimenti

Normalmente, le forme più comuni di gastroenterite virale scompaiono senza ricorrere a farmaci. Si raccomanda comunque di rivolgersi al medico o ad un pronto soccorso nel caso in cui vomito e diarrea persistano per oltre due giorni, e in presenza di febbre alta, crampi addominali molto forti, vertigini, presenza di sangue nelle feci e segni di disidratazione. Le intossicazioni alimentari di origine batterica sono molto frequenti in estate, a causa della temperatura elevata, che tende ad alterare gli alimenti, soprattutto se conservati e trattati in maniera non idonea.

Per prevenire il rischio di infezione intestinale, specialmente nei bambini, è importante lavare sempre le mani prima di toccare qualsiasi alimento, cuocere con cura i cibi e, se non consumati, riporli subito in frigorifero, riscaldarli rapidamente e con alte temperature, utilizzare ingredienti che garantiscono una lunga conservazione e, in particolare nei paesi dove le condizioni igieniche sono scarse, consumare solo acqua in bottiglia.

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Ilmediconline.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.

Lascia un messagio

Please enter your comment!
Please enter your name here