Angiologo Milano

Angiologo Milano

Angiologo Milano, perché ricorrere all’alleato della salute dei vasi sanguigni

Un angiologo è un medico specializzato nella prevenzione e nella cura delle patologie a carico dei vasi sanguigni, siano essi vene o arterie non importa. Più in generale però è, insieme al cardiologo, la figura professionale deputata alla cura dei disturbi cardiovascolari: in particolari casi di predisposizioni a questo tipo di malattie, infatti, o dopo un episodio traumatico, un consulto dall’angiologo è, insieme a una visita cardiologica, il miglior strumento di prevenzione contro il rischio di insorgenza di ulteriori disturbi o di recidive.

Angiologo Milano: quando rivolgersi e perché

Chi sono, allora, i pazienti di un angiologo e in quali occasioni una visita di controllo si rende indispensabile? I pazienti diabetici, innanzitutto, farebbero meglio a trovarsi un angiologo di fiducia e a sottoporsi periodicamente alle dovute visite. Un check dall’angiologo, poi, si iscrive in quella lista di controlli “di routine” che andrebbero fatti una volta compiuti i cinquant’anni: i normali processi d’invecchiamento, infatti, fanno sì che anche i vasi sanguigni, le vene e le arterie, ne risultino compromessi e senza gli adeguati controlli ciò potrebbe portare allo sviluppo di sindromi o episodi cardiaci anche di una certa importanza. Come si accennava, chi soffra o abbia sofferto in passato di malattie cardiovascolari, di qualsiasi genere e di qualsiasi entità, poi, dovrebbe sottoporsi periodicamente a una visita di controllo presso questo specialista. Esattamente come un consulto potrebbe essere utile nel caso in cui, soprattutto le donne, soffrano di vene varicose e varici: esistono oggi soluzioni ad hoc un tempo non immaginabili. In questo come in molti altri casi, però, è solo il medico angiologo a poterle prescrivere al paziente. A guardarla da vicino, e come avviene del resto per qualsiasi altro tipo di professionista, la mission di un angiologo è insomma quella di fare una diagnosi, consigliare una terapia che sia farmacologica o terapeutica a seconda delle singole esigenze e accertarsi, di volta in volta, dei risultati raggiunti. Senza contare, infine, una missione preventiva: chi ha una storia familiare negativa, ma non solo, farebbe bene infatti a prendersi cura della salute dei suoi vasi sanguigni fin da giovanissimo.

Contatta Angiologo Milano