Spasmex: un farmaco efficace per coliche e contrazioni, anche in gravidanza

0
1192
Spasmex

Spasmex è un farmaco indicato per il trattamento rapido di contrazioni dolorose e coliche alle vie urinarie e biliari. Questo medicinale richiede la prescrizione medica e agisce molto velocemente, dando sollievo rapido e facendo momentaneamente sparire il dolore. 

Poichè richiede la prescrizione medica, questo farmaco deve essere assunto rispettando le indicazioni dello specialista e attenendosi a quanto da lui consigliato. In alcune situazioni, può tornare utile anche alle donne in gravidanza, per alleviare il dolore dovuto dalle contrazioni precoci.

Spasmex: indicazioni terapeutiche

Spesmex è un farmaco spasmolitico e contiene il principio attivo floroglucina che, come vedremo tra poco, in alcuni pazienti può essere controindicato. Questo medicinale viene impiegato per il trattamento degli stati dolorosi dovuti a contrazioni della muscolatura liscia del tratto urinario, biliare e gastro-intestinale. In particolare, quindi, Spasmex viene utilizzato per i seguenti disturbi:

  • Coliche renali;
  • Coliche biliari;
  • Coliche gastrointestinali;
  • Cistite interstiziale;
  • Contrazioni in gravidanza.

In caso di gravidanza, sarà il medico o il ginecologo a prescrivere questo farmaco, solo dopo un’attenta valutazione delle condizioni cliniche della paziente.

Controindicazioni ed avvertenze

Spasmex è controindicato e quindi non può essere assunto nei seguenti casi:

  • Pazienti con allergia al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti contenuti nel farmaco;
  • Pazienti allergici al lattosio;
  • Bambini ed adolescenti.

Modi e tempi di somministrazione

Questo medicinale richiede la prescrizione medica, quindi sarà il ginecologo o il medico ad indicare la corretta posologia da seguire a seconda della condizione clinica del paziente. Nel foglietto illustrativo, comunque, sono indicati modi e tempi di somministrazione: è importante non superare mai le dosi massime consentite.

  • Compresse (80 mg + 80 mg): 6 al giorno;
  • Supposte (150 mg + 150 mg): 3 al giorno.

Interazione con altri farmaci

Come tutti i farmaci, anche Spasmex può avere delle interazioni con altri tipi di medicinali: è quindi sempre importante informare il medico qualora si stessero già assumendo altri farmaci (compresi quelli da banco). In particolare, bisogna prestare attenzione nel caso si fosse già in cura con i seguenti medicinali:

  • Morfina e simili: possono provocare contrazioni dolorose se assunti insieme a Spasmex.

In tutti i casi, è sempre consigliabile informare adeguatamente il medico in modo che abbia il quadro preciso e possa valutare se sia il caso di somministrare questo farmaco o meno.

Effetti collaterali indesiderati

Spasmex non è un farmaco particolarmente forte, tanto che gli effetti collaterali che possono manifestarsi in seguito alla sua assunzione sono davvero molto pochi.

  • Reazioni cutanee allergiche;
  • Midriasi;
  • Aumento del tono oculare;
  • Ritenzione urinaria;
  • Stitichezza;
  • Sonnolenza;
  • Diminuzione della sudorazione;
  • Secchezza delle mucose.

Spasmex in gravidanza: si può prendere?

Spasmex-gravidanzaLe donne in gravidanza devono sopportare per tutti e 9 i mesi (anzi 10 se vogliamo proprio essere precisi) le contrazioni dolorose che in alcuni casi possono essere davvero debilitanti. In questi casi, spesso e volentieri, il ginecologo prescrive proprio Spasmex, perchè questo medicinale non fa male al bambino e nemmeno alla madre quindi può essere tranquillamente assunto anche in gravidanza.

Bisogna precisare che durante i primi 3 mesi però sarebbe bene evitare di assumere qualsiasi tipo di medicinale: questo periodo infatti è il più delicato in assoluto quindi si può ricorrere ai farmaci solo se strettamente necessario e sarà il medico eventualmente a consigliare il da farsi. Nei mesi successivi però, in caso di contrazioni dolorose o cistite, Spasmex può fornire un validissimo aiuto anche alle donne in gravidanza.

Cistite dolorosa? Spasmex è il giusto rimedio

CistiteQuesto medicinale è molto utilizzato anche per trattare gli spasmi dolorosi in caso di cistite, soprattutto interstiziale. Naturalmente, i pazienti affetti da questa patologia non possono limitarsi alla sola assunzione di Spasmex perchè il suo effetto è circoscritto alla sfera del dolore ma non è utile per guarire l’infezione in corso. In molti però si chiedono se sia possibile assumere questo farmaco dopo aver preso anche l’antibiotico, temendo che possano crearsi interazioni dannose e pericolose. Spasmex può essere assunto per calmare il dolore senza problemi, anche dopo aver preso l’antibiotico perchè non entra in conflitto con quest’altro farmaco.

Contrazioni in gravidanza: quando prendere farmaci

Le contrazioni in gravidanza, come abbiamo già detto, sono del tutto normali quindi generalmente non c’è nulla di cui preoccuparsi. Tuttavia, in alcuni casi specifici, le contrazioni potrebbero diventare dolorose e in tal caso le cose cambiano: prima di tutto conviene rivolgersi al proprio ginecologo o al medico. Sarà poi lui ad indicare dei farmaci come Spasmex o simili che possono aiutare in caso di dolore molto acuto (come purtroppo spesso avviene).

Queste contrazioni dolorose che richiedono un controllo medico non sono però da confondere con le contrazioni di Braxton Hicks, che possono presentarsi dal terzo trimestre di gravidanza in poi. Queste contrazioni, che possono essere fastidiose e costringono spesso a sedersi e interrompere le proprie attività, sono del tutto fisiologiche. Non è necessario assumere farmaci per il fastidio, perchè tendono a scomparire da sole e in breve tempo generalmente. In caso quindi di contrazioni di questo tipo, meglio evitare farmaci!

Ti potrebbe interessare anche…

*Le informazioni in questo pagina sono da considerarsi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun modo il consulto da parte di un medico. Le persone e le loro testimonianze che in alcuni articoli riportiamo parlano anche di risultati straordinari, essendo però le persone diverse tra loro, non si possono garantire per tutti gli stessi risultati. Ilmediconline.it non può essere ritenuto responsabile circa l’accuratezza, la completezza o le informazioni fornite: recensiamo prodotti di cui non siamo né i produttori né i fornitori diretti, in caso di problematiche sui prodotti recensiti sarà necessario contattare il produttore o il fornitore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here