Meclon ovuli, la cura ideale per la vaginite

0
20953

Meclon ovuli è un farmaco antibiotico specifico per il trattamento delle infezioni e delle infiammazioni vaginali, e in particolare per i casi di cervicite, cervico-vaginite e vulvo-vaginite causate da germi sensibili al metronidazolo e al clotrimazolo e da batteri anaerobici in genere.

Il farmaco si assume per via intravaginale, nella quantità di un ovulo al giorno, e proprio in merito a questo tipo di somministrazione, raramente si notano effetti collaterali degni di nota. E’ comunque opportuno iniziare la terapia con Meclon ovuli dietro consiglio del medico, e tenere conto che un utilizzo prolungato potrebbe determinare fenomeni di sensibilizzazione con relativi sintomi, e rendere necessaria l’interruzione della cura. Inoltre, si raccomanda di non utilizzare gli ovuli nei giorni del ciclo mestruale.

Meclon ovuli

Composizione degli ovuli

Meclon ovuli contiene, in ogni singolo ovulo, 100 mg di clotrimazolo e 500 mg di metronidazolo, che costituiscono i due principi attivi fondamentali del prodotto, più una serie di eccipienti. Il farmaco, grazie alle sue proprietà antimicotiche, viene utilizzato con successo nel trattamento delle infezioni da micosi che colpiscono l’interno della vagina, anche quando non sono presenti sintomi evidenti.

Il clotrimazolo viene metabolizzato dal fegato, garantisce un’ottima azione nei confronti delle infezioni micotiche, mentre non può essere assolutamente assunto per via orale, poiché potrebbe essere la causa di stati tossici a livello neuropsichico. Il metronidazolo viene usato con successo anche nel trattamento di alcune malattie dermatologiche.

Indicazioni principali

Una delle più frequenti infezioni vaginali per la quale si rivelano di grande efficacia i principi attivi di Meclon ovuli è la candida albicans: si tratta di un’infezione provocata da un lievito normalmente presente all’interno della vagina e dell’intestino, che per motivi legati al sistema immunitario, stress, alimentazione squilibrata o altri motivi, può proliferare eccessivamente, causando i classici sintomi: dolore nell’urinare, bruciore, irritazione, prurito, comparsa di macchie bianche nell’area vaginale e perdite di colore biancastro.

La candida prolifera molto nei soggetti con il sistema immunitario compromesso, tuttavia il rischio di contrarre l’infezione può essere diminuito notevolmente osservando una scrupolosa igiene intima con prodotti idonei. La cervicite è un’altra affezione vaginale che può essere trattata con successo utilizzando Meclon ovuli: si tratta di un’infiammazione acuta o cronica che interessa la cervice uterina, provocata dalla presenza di una malattia sessualmente trasmissibile, quale può essere la gonorrea, la tricomoniasi, la clamidia o l’herpes genitale. I sintomi più noti della cervicite sono le perdite vaginali di colore grigiastro, dolori nell’urinare e perdite ematiche durante i rapporti sessuali.

Meclon ovuli
Ñ

Talvolta, a causare la cervicite può essere anche l’alterazione della flora batterica vaginale, o una reazione allergica ad un elemento esterno, tra cui il lattice di cui sono composti i preservativi: per diagnosticare con precisione le cause e la presenza dell’infezione è necessario sottoporsi periodicamente ad un pap test, poiché molto spesso la malattia si manifesta in forma asintomatica.

Nella tricomoniasi

I principii attivi di Meclon ovuli risultano efficaci anche nel trattamento della tricomoniasi, che colpisce frequentemente sia gli uomini che le donne, manifestandosi talvolta anche in forma asintomatica.

La tricomoniasi è una malattia a trasmissione sessuale causata da un microrganismo unicellulare, il trichomonas vaginalis, responsabile di una serie di disturbi legati all’apparato sessuale e genitale sia maschile che femminile, quali possono essere la vaginite, l’uretrite e la prostratite. Il trichomonas si stabilisce principalmente sulle mucose della vagina, dove provoca un’alterazione del pH fisiologico, generando infiammazioni e infezioni di diverso genere.

Avvertenze e controindicazioni

Nel periodo della gravidanza, specialmente nei primi sei mesi, e dell’allattamento al seno, così come in età prepuberale, è bene evitare l’uso del farmaco e, qualora fosse necessario ricorrere ad un antibiotico per trattare un’infezione vaginale, è opportuno rivolgersi al medico di fiducia o al ginecologo. Tuttavia, Meclon ovuli non presenta controindicazioni particolari, a parte il verificarsi di fenomeni di sensibilizzazione nei confronti del principio attivo.

Effetti collaterali e indesiderati

La somministrazione del farmaco per via intravaginale, e quindi il limitato assorbimento dei principii attivi, riduce notevolmente il rischio di effetti secondari, che riguardano principalmente il sistema immunitario e, molto più raramente, consistono in reazioni locali di tipo allergico, irritazioni, lieve prurito, dermatiti da contatto, eruzioni e altre manifestazioni della cute e del tessuto sottocutaneo. Naturalmente, come per qualsiasi altro farmaco, è necessario avvisare immediatamente il medico di fiducia in caso di problemi, che valuterà se sia il caso di sospendere il trattamento o di valutare una terapia alternativa.

Meclon ovuli

Precauzioni d’uso

Gli ovuli e il loro contenuto non devono venire a contatto con gli occhi, poiché possono provocare forti irritazioni: se questo dovesse accidentalmente accadere, è necessario avvertire il medico. Per evitare problemi di intossicazione, è assolutamente necessario tenere il farmaco lontano dalla portata dei bambini. Durante il trattamento, è consigliabile evitare i rapporti sessuali, poiché l’infezione in corso potrebbe essere trasmessa anche al partner, rendendo poi difficoltosa l’efficacia della cura. Quando si verifica un’infezione vaginale, è infatti necessario che il pH delle mucose si ristabilisca nei valori normali, favorendo il ripristino di una flora batterica equilibrata.


Loading...