Nodulo tiroideo: sintomi, acuse e cure

0
6117
Nodulo-tiroideo

Cos’è il nodulo tiroideo? Quali sono i sintomi e le cause principali? Scopriamolo insieme all’interno di questo articolo.

Il nodulo tiroideo si forma alla base del collo. E’ formato da un ammasso di cellule e solitamente si tratta di una formazione benigna, mentre altre volte si iniziano a trasformare in un tumore maligno. Chi scopre di avere un nodulo tiroideo quindi, deve far controllare l’andamento della situazione nel tempo, in modo da intervenire al momento del bisogno e all’occorrenza, farlo asportare. Questo vale anche quando il nodulo è benigno.

Quali sono i sintomi del nodulo tiroideo?

Il nodulo tiroideo da sintomi diversi in base alla sua natura. Vediamo quindi un elenco che spiega a grandi linee la situazione.

Benigno: la sensazione è quella di gonfiore nella parte del collo dove c’è la tiroide. Si avverte un senso di compressione all’esofago, tachicardia, agitazione e nervosismo.

Maligno: oltre ai sintomi elencati, la persona prova anche difficoltà nel deglutire. Porta anche alla raucedine e la tosse. Possono esserci anche altri sintomi come il calo di peso immotivato, tremori e brividi e diarrea.

Caldo: questo tipo di nodulo produce gli ormoni tiroidei. In questo caso da tutti i sintomi sopra elencati.

Freddo: questo tipo di nodulo non è funzionante e perciò non produce gli ormoni tiroidei. Non porta infatti agitazione e nervosismo.

Nodulo-tiroideo-dettaglio

2 tipi di noduli tiroidei

Il nodulo tiroideo può essere vascolarizzato. Quando la vascolarizzazione è bassa, di solito la formazione è benigna. Quando invece è alta, di solito è un carcinoma della tiroide. Quando invece il nodulo tiroideo è di tipo iperplastico, ecco che nella maggior parte dei casi l’ammasso di cellule è benigno.

Quali sono le cause del nodulo tiroideo?

I noduli tiroidei hanno come causa predominante quella della familiarità e della genetica. Un’altra possibile causa è quella di essersi esposti in età giovanile alle irradiazioni. Infine la possibilità è che abbiamo influito cause ambientali come ad esempio il vivere in zone con carenza iodica. Un altro fattore di rischio è il fumo.

Quali sono le cure?

Non esiste una soluzione adatta per tutti i tipi di noduli alla tiroide. Dipende dal singolo caso. Vediamone alcuni.

  • Benigno: la terapia può essere quella dell’ipertiroidismo, con l’assunzione dei giusti farmaci. Altrimenti può esserci quella a base di iodio radioattivo 131. In alcuni casi il medico può richiedere l’asportazione di una parte della ghiandola, anche se di solito opta per monitorare le dimensioni e non intervenire chirurgicamente quando è strettamente necessario. Ad esempio quando il nodulo causa disturbi oppure se è maligno.
  • Maligno: Può essere necessaria l’asportazione di una parte della tiroide, in alcuni casi anche della ghiandola intera e può accadere che debbano essere tolti anche i linfonodi locali.
  • Tiroidite: alcune volte il nodulo è associato alle infezioni, cioè alla tiroidite. Il medico decide quale trattamento adottare continuando anche a diagnosticare il problema nel tempo.

Per capire se il nodulo è maligno o benigno serve la biopsia, perciò il medico ricorre all’aspirazione e si parla di nodulo tiroideo agoaspirato.



Loading...