Acqua di rose: che cos’è e quali sono le sue proprietà per la pelle

0
1202

Le rose sono i fiori più famosi di tutti, noti per la loro incredibile bellezza, nonché per un profumo unico ed inebriante. Come spesso accade la natura ci dona prodotti che hanno anche numerose proprietà benefiche, la rosa racchiude anche questo segreto. Le rose, quelle splendide che vediamo sbocciare nei giardini, simbolo di bellezza e romanticismo, hanno infatti anche molte proprietà che le rendono amiche della pelle.

Le specie di Rosaceae sono ovviamente moltissime e sono una più bella dell’altra, alcune in particolare, tuttavia, sono più ricche di sostanze benefiche e nutritive rispetto ad altre, per questo vengono selezionate e coltivate per la cosmesi al fine di estrarne le migliori proprietà. Alcuni esempi di rose che posseggono proprietà speciali sono: la rosa damascena, la rosa gallica, la centifolia, la mosqueta, la canina.

Uno dei prodotti più conosciuti e diffusi, fatto proprio con questi magnifici esemplari di fiore è l’Acqua di Rose. Essa, come si evince dal termine stesso, è una soluzione acquosa che si ottiene dalla distillazione dei petali delle rose nobili, nello specifico della qualità Gallica, Canina e Damascena. In sostanza ne risulta un’acqua distillata essenziale alle rose, che possiede tutto il profumo del fiore e che nel contempo è ricca di proprietà benefiche.

Perché si utilizza l’Acqua di Rose?

Uno dei settori principali in cui si utilizza l’acqua di rose è il mondo della cosmesi, dove ricopre un ruolo rinomato come tonico rinfrescante, lenitivo ed astringente. In questo settore si utilizza anche per l’ambito della profumeria, infatti l’acqua mantiene nel trattamento dei petali del fiore la sua profumazione intensa e molto piacevole. Le proprietà dell’acqua di rose sono:

  • il suo potere astringente: che la rende perfetta per la cura del viso, anche quando è problematica, soggetta a rossore, couperose ed acne. L’acqua alla rosa costituisce quindi un siero di bellezza che favorisce il riequilibrio della produzione di sebo, sia per le pelli grasse e miste, che per quelle normali e secche.
  • l’effetto lenitivo: questa sua caratteristica è nota anche in tempi antichi, quando si utilizzava quasi come un medicinale sulle infiammazioni e come prima cura per i malati, pare infatti abbassasse la febbre. La delicatezza dell’azione dell’acqua di rose la rende anche un prodotto ad uso interno.
  • l’azione tonicizzante e rinfrescante è determinata dalle sue proprietà vasocostrittrici e idratanti che rendono la pelle elastica e tonica, dando quindi oltretutto un aiuto contro il formarsi delle rughe. Grazie ad un’azione antiossidante le cellule della pelle tendono a preservare i liquidi in esse contenuti favorendo così il mantenimento del tono della pelle.

A rendere l’acqua di rose un prodotto così benefico sono l’unione di sostanze benefiche come l’acido gallico, il tannino, il glucoside flavonico, l’olio eterico, la cera, il glucosio, la vitamina C ed i sali minerali. Questi sono presenti in parte anche nelle altre tipologie di rose, ma hanno una percentuale particolarmente elevata nelle tre qualità che si utilizzano per la produzione dell’acqua di rose. Il prodotto si può utilizzare come tonico al mattino e alla sera, picchiettandolo con un batuffolo di cotone sulla pelle del viso.