Gravidanza settimana per settimana: cosa c’è da sapere

0
1019

Come si svolge la gravidanza settimana per settimana? I futuri genitori desiderano essere a conoscenza di queste cose perché permette di seguire un passo dopo l’altro la crescita del bambino. Non solo, per la mamma è ancor più importante perché può capire cosa sta avvenendo nel suo corpo. Chiaramente si deve considerare che ogni donna e o ogni bambino può avere tempi leggermente diversi ma in media, la crescita avviene così come descritta nel corso dell’articolo per avere informazioni sulla gravidanza 360°!

Le prime due settimane di gravidanza in realtà non sono tali perché è il periodo dell’ultima mestruazione e l’arco di tempo in cui il corpo si prepara all’ovulazione. Per comodità si conta come primo giorno di gravidanza il primo giorno dell’ultima mestruazione. E’ nella terza settimana che più o meno avviene la fecondazione e perciò ha inizio lo sviluppo del feto, il quale non è più che qualche cellula. Inizia a svilupparsi il cervello ma anche il midollo spinale.

Dalla quarta settimana

Tra la quarta e la settimana settimana di gravidanza la donna in genere scopre di aspettare il bambino e perciò possono comparire i primi sintomi, come per esempio le nausee e le prime repursioni verso alcuni alimenti. Il seno inizia ad essere più gonfio e fare un po’ male. Potrebbero esserci i primi bruciori di stomaco. Gli organi vitali iniziano a svilupparsi.

Ottava settimana

Con l’ottava settimana di sta concludendo il secondo mese di gravidanza. E’ il momento della prima visita prenatale. Per il momento è ancora abbastanza elevato il rischio di aborto spontaneo. Con la nona e la decima settimana il feto è grande come un acino d’uva e i suoi organi sono quasi del tutto formato, ma la loro maturazione continua fino al momento della nascita. Con il periodo che va dall’undicesima alla tredicesima settimana si conclude il primo trimestre. Il bambino diventa più attivo e cresce. Voi invece, dovete nutrirvi in modo corretto in modo che lui possa prendere tutte le sostanze di cui ha bisogno. Non dovete mangiare per due, ma integrare solo un po’ il numero di calorie e ovviamente nutrirvi bene. In questo periodo il corpo cambia, la pancia cresce e si, potrebbero iniziare a comparire le prime smagliature cutanee. Tutto ciò è normale. Sapete che il bambino ormai ha già le sue impronte digitali?

Quattordicesima settimana

Con la quattordicesima settimana inizia il secondo trimestre e il rischio di aborto spontaneo diminuisce sensibilmente. Dalla quindicesima il medico probabilmente inizia a misurare il piccolo per monitorare la crescita. La vostra pancia ormai sta crescendo e nella sedicesima settimana aumenta anche il volume sanguigno.

Diciassettesima settimana

Tra la diciassettesima settimana e la diciannovesima il bambino affronta un bel po’ di cambiamento. Inizia a sviluppare il tessuto adiposo, gli organi continuano a formarsi. Prende sempre più peso. Voi notate a vista d’occhio che la pancia cresce. E’ il periodo in cui, circa 3 donne su 4, accusano i dolori al nervo sciatico. Avete bisogno di riposare molto di più. Con la ventesima settimana siete a metà della gravidanza. La maggior parte delle donne vive queste settimane come le più belle, le nausee sono andate via e si è piene di energie! Può essere anche un buon momento creativo. Il feto assomiglia sempre di più al neonato che sarà.

Dalla ventritresima in poi

Durante la ventitresima settimana molte donne entrano in maternità. Potrebbe essere il caso anche per voi. Il polmoni del feto iniziano a maturare e il cervello continua a svilupparsi. Verso la venticinquesima settimana ormai dovreste sapere qual è il sesso del bambino ma allo stesso tempo, potrebbe non essere nella posa giusta per vederlo! Con la ventisetteima settimana entrate nel terzo e ultimo trimestre di gravidanza. Il bambino si muove molto di più ed è il momento buono per iniziare ad acquistare i mobili per la cameretta! Durante la trentesima gravidanza probabilmente vi sentite più stanche, le articolazioni più dolenti. Non dimenticatevi che dovete fare un po’ di attività fisica per non soffrire troppo di dolori alla schiena e di quelli circolatori. Con la trentunesima settimana potrebbero iniziare le contrazioni di Braxton Hicks e potrebbero esserci anche le prime perdite di colostro. Dalla trentaduesima ogni due settimane dovrete sottoporvi alle visite prenatali. Potrete decidere se conservare il sangue cordone ombelicale del bambino. Alla trentatreesima settimana possono esserci delle perdite del liquido amniotico. Durante la trentaquattresima i polmoni del feto sono ben sviluppati. Quella dopo potreste avere delle mancanze di fiato e i movimenti del bambino diminuire. Questo accade perché il piccolo inizia a starci stretto in pancia! Con la trentaseiesima settimana manca un mese alla data presunta del parto. Le contrazioni aumentano in vista del momento. Quella dopo la cervice inizia a dilatarsi e si assottiglia. Potreste già perdere il tappo mucoso. Gli organi del bambino alla trentottesima settimana sono pronti e ben funzionanti. E’ infatti pronto per nascere in qualsiasi momento! Arrivate alla quarantesima settimana, giorno più o giorno meno, il bambino nascerà, con tutte le gioie che la maternità comporta!



Loading...