Alitosi: le possibili cause e i rimedi consigliati dallo specialista

-
10/04/2020

Alitosi: le possibili cause e i rimedi consigliati dallo specialista

Soffri anche tu di alitosi e non sai come liberarti di questo fastidioso problema? Ti senti spesso in imbarazzo quando devi intrattenere una conversazione e ti piacerebbe trovare un rimedio che sia efficacie e che ti possa aiutare a risolvere questo disturbo una volta per tutte? Innanzitutto non ti devi preoccupare troppo: nella maggior parte dei casi l’alitosi è legata a problematiche del cavo orale quindi uno specialista del settore può sicuramente aiutarti a trovare un rimedio che sia perfetto in base alla tua condizione. Tuttavia, se sei in cerca di una soluzione immediata, ti posso consigliare innanzitutto di lasciar perdere i classici spray perché questi di certo non risolveranno il tuo problema.


L’alitosi è un disturbo molto frequente e diffuso: sono tantissime le persone che ne soffrono ma fortunatamente si tratta di un problema facilmente risolvibile. Per riuscire a trovare una soluzione definitiva però è importante prima di tutto capire qual è la causa dell’alitosi, perchè possono essere diverse le condizioni all’origine di questo disturbo.

Se quindi vuoi liberarti in modo definitivo di questo problema devi prima di tutto comprendere quale sia il disturbo che lo provoca in modo da curarne la causa.

Le possibili cause dell’alitosi

L’alitosi è un problema molto frequente: solo in rarissimi casi è dovuto a disturbi di grande entità legati al fegato e ai reni, mentre nella stragrande maggioranza delle persone la causa è da ricercare in una cattiva igiene orale. Per prima cosa devi preoccuparti della pulizia del tuo cavo orale: in bocca non ci sono solamente i denti ma anche le gengive e la lingua, che meritano di essere pulite con la stessa cura! Se utilizzi solamente lo spazzolino e il dentifricio quando ti lavi i denti, puoi iniziare ad impiegare anche uno scovolino o il filo interdentale: in questo modo sarai sicuro di eliminare tutti i batteri che si sono accumulati nella tua bocca e già questo aiuterà moltissimo a risolvere il problema dell’alito cattivo.


Leggi anche: Ugola gonfia: tutte le possibili cause ed i rimedi

Non sempre tuttavia le cause dell’alitosi sono legate ad una cattiva igiene orale. In alcuni casi all’origine di questo disturbo vi è una patologia più importante, che deve essere curata nel modo opportuno. Possiamo dividere le cause dell’alitosi in 3 grandi gruppi: quelle legate allo stile di vita, quelle legate all’igiene orale e quelle invece strettamente correlate a stati patologici.

Le cause igieniche

Come abbiamo già accennato, l’alitosi può essere dovuta ad una scarsa igiene del cavo orale e in tal caso si tratta di un problema facilmente risolvibile. Basta infatti prestare una maggiore attenzione alla pulizia quotidiana dei denti, utilizzando magari anche un buon collutorio.

Le cause legate allo stile di vita

L’alitosi può essere alimentata anche da alcune cattive abitudini, sia dal punto di vista alimentare che nello stile di vita in generale. Tra queste troviamo:

  • Abitudine al fumo di sigaretta;
  • Consumo frequente di alcolici;
  • Assunzione di cibi particolari come l’aglio e la cipolla.

Le cause patologiche dell’alitosi

Sono diverse le patologie che possono provocare problemi di alito cattivo e tra le più frequenti troviamo le seguenti:

Va precisato che qualora l’alitosi dipendesse da problemi del fegato (come l’insufficienza epatica) la si può riconoscere dall’odore dolciastro e leggermente sulfureo. Se invece fosse legata ad un’insufficienza renale cronica, solitamente l’alito ha un odore simile a quello dell’urina o dell’ammoniaca.

Rimedi efficaci contro l’alitosi

Spruzzarsi una sostanza alla menta in bocca può aiutare per un periodo di tempo molto limitato e non risolve il problema, lo maschera solo temporaneamente! In alcuni casi quindi non c’è nulla di male nell’utilizzare questo tipo di prodotti, ma di sicuro non saranno questi ad eliminare il disturbo una volta per tutte!

Un altro rimedio consigliato dal dentista è quello di utilizzare un collutorio specifico: sono da evitare quelli alla clorexidina e da scegliere piuttosto quelli specificatamente pensati per rinfrescare l’alito.

Va detto che per risolvere il problema dell’alitosi è necessario, prima di tutto, comprendere quale sia la causa di questo disturbo ed agire eventualmente su di essa. Se infatti l’alito cattivo è provocato da una patologia ai reni piuttosto che al fegato, l’unico modo per risolvere il problema in modo definitivo è quello di curare il disturbo che vi è alla base.

Di certo però una migliore igiene orale, più attenta e frequente, può rivelarsi di grande aiuto per migliorare il proprio alito, così come l’utilizzo di un colluttorio specifico che sia appositamente pensato per contrastare l’alitosi.

Chi soffre di alito cattivo cronico, dovrebbe fare una visita approfondita dal dentista perchè ricordiamoci che spesso e volentieri è una patologia o un problema del cavo orale a determinare l’alitosi. Una costante igiene professionale può aiutare comunque in moltissimi casi perchè consente di mantenere sempre perfettamente pulito il cavo orale.



disclaimer attenzione