Arginina: cos’è, quando assumerla ed effetti collaterali

0
209
Arginina

L’arginina è un amminoacido essenziale naturalmente presente nelle proteine e particolarmente utile nella fase di crescita del bambino, perchè fino ai 2 anni di età l’organismo non è in grado di sintetizzarlo autonomamente. Fondamentale per diverse ragioni, l’arginina negli adulti viene solitamente prodotta dal corpo e quindi in condizioni normali non serve assumerla sotto forma di integratore. Tuttavia, in alcune situazioni questo amminoacido può rivelarsi di grande aiuto perchè favorisce la dilatazione dei vasi sanguigni, migliorando quindi la circolazione. Oltre a stimolare la crescita quindi, l’arginina può rivelarsi efficace in caso di problemi cardio-circolatori, difficoltà di erezione, disturbi renali e altre patologie.

Oggi la possiamo trovare sotto forma di integratore da assumere per via orale, ma è bene precisare che questo amminoacido può essere anche sintetizzato dal nostro corpo e con una dieta bilanciata possiamo ottenere il giusto apporto giornaliero. Non bisogna quindi assumerlo quando non effettivamente necessario e prima di un consulto dal proprio medico.

Arginina: cos’è e quali sono i benefici per il corpo

ArgininaCome abbiamo accennato l’arginina è un amminoacido che viene considerato essenziale solamente nei bambini. Fino ai 2 anni di età infatti l’organismo non è in grado di sintetizzarla e di conseguenza bisogna garantire il giusto apporto di questa sostanza mediante l’alimentazione. Negli adulti invece l’arginina viene sintetizzata nel ciclo dell’urea e quindi solitamente non è necessario integrarla mediante l’assunzione di prodotti specifici. Alcune persone tuttavia potrebbero manifestare una carenza di questo amminoacido e le cause possono essere di varia natura: solitamente tra le principali troviamo un’alimentazione sbilanciata o un elevato stress psicofisico. In questi casi può tornare utile assumere un integratore di arginina, ma sempre dopo aver consultato il proprio medico.

Proprietà vasodilatatorie

L’arginina, una volta che si trova nell’organismo, viene convertita in ossido nitrico: una molecola molto importante perchè deputata alla dilatazione dei vasi sanguigni. Per questa ragione un integratore può tornare utile per tutte quelle patologie e problematiche che riguardano il sistema cardio-circolatorio e l’apporto di sangue ai tessuti (compresi quelli genitali). In tal senso quindi l’arginina viene spesso utilizzata nei seguenti casi:

Per quanto riguarda la disfunzione erettile, sembra che l’arginina sia un utile supporto per ottenere l’erezione, proprio per via dell’effetto vasodilatatorio.

Proprietà detossicanti

Questo amminoacido vanta anche delle proprietà detossicanti, perchè è in grado di ripulire l’organismo dall’accumulo di ammoniaca: condizione tipica degli sportivi che si sottopongono a sforzi muscolari intensi e/o prolungati. Per questo motivo gli integratori di arginina vengono spesso consigliati proprio a chi pratica bodybuilding o attività sportive particolarmente intense. Ripulendo l’organismo dall’ammoniaca, si riduce il senso di fatica e migliorano anche le prestazioni.

Proprietà antitumorali

Questo amminoacido stimola la produzione di linfociti T: delle cellule particolarmente preziosissime dal punto di vista immunologico. Questi linfociti vengono anche chiamati “natural killer” perchè sembra che abbiano degli interessanti effetti anche nei confronti delle cellule cancerogene.

Arginina: quando assumerla come integratore

Come abbiamo accennato, questo amminoacido non è più essenziale nelle persone adulte perchè viene prodotto dal nostro organismo in completa autonomia. Tuttavia, in determinate sicutazioni può accadere che vi sia una carenza di arginina e le cause possono essere le seguenti:

  • Alimentazione sbilanciata (in particolar modo dieta vegana);
  • Forte stress psicofisico;
  • Traumi o ustioni estese;
  • Alcune patologie specifiche.

In caso di carenza di arginina può rivelarsi utile assumere un integratore in modo da assicurare all’organismo il giusto apporto di questo amminoacido fondamentale. E’ solitamente il medico a fornire consigli in merito, quindi è sempre consigliabile consultare uno specialista prima di iniziare ad assumere l’arginina.

Controindicazioni ed avvertenze

L’arginina, se assunta rispettando la posologia consigliata, è solitamente piuttosto sicura. E’ bene ricordare però che in alcune situazioni bisogna consultare il medico prima di assumere questo integratore e in particolare nei seguenti casi:

  • Pazienti affetti da asma bronchiale, allergie e altri problemi alle vie respiratorie;
  • Pazienti affetti da cirrosi epatica;
  • Pazienti affetti da ipotensione;
  • Pazienti che hanno subito di recente un infarto del miocadio;
  • Pazienti affetti da herpes;
  • Pazienti con disfunzioni o patologie a carico dei reni;
  • Pazienti che presentano deficit di guanidinoacetato metiltransferasi;
  • Pazienti con patologie ossee;
  • Donne in gravidanza o in allattamento.

Effetti collaterali indesiderati

Se viene assunta seguendo le indicazioni e quindi non eccedendo nei dosaggi, l’arginina provoca di rado effetti collaterali ma in alcuni pazienti potrebbero presentarsi delle manifestazioni indesiderate. Tra i possibili effetti collaterali legati all’assunzione di integratori di arginina troviamo i seguenti:

  • Gonfiore addominale;
  • Reazioni di ipersensibilità alla sostanza;
  • Peggioramento dei sintomi dell’asma e infiammazioni delle vie respiratorie;
  • Ipotensione;
  • Dolori addominali.

E’ bene ricordare inoltre che l’arginina potrebbe alterare i risultati delle analisi del sangue e in particolare modificare i livelli di glucosio a livello ematico. E’ quindi consigliabile sospenderne l’assunzione per un periodo prima di effettuare tali analisi, o almeno informare il medico.

Ti potrebbe interessare anche…



Loading...