Depressione post parto: colpisce tutte le donne ?

0
6036
Depressione-Post-Parto

La depressione post parto è una patologia nervosa che colpisce le donne pochi giorni dopo la nascita di un bimbo, e che può perdurare per diversi giorni, sfociando a volte in una vera e propria sindrome depressiva, talvolta accompagnata da psicosi e forme maniacali. In realtà, una lieve depressione nei giorni successivi al parto è piuttosto comune, e si manifesta con crisi di pianto, irritabilità, ansia e altri sintomi che ricordano il periodo premestruale, e che tendono a scomparire in pochi giorni. Al contrario, nel caso di una vera depressione post parto, il quadro clinico è molto più ampio e complesso, e talvolta permane per periodi di un anno e oltre.

Sintomatologia della sindrome depressiva post parto e possibili cause

I caratteristici sintomi della depressione post parto sono simili a quelli di un normale disturbo nervoso, e includono stanchezza, affaticamento, inappetenza, insonnia o ipersonnia, crisi di pianto, confusione, apatia, disinteresse per il bimbo, paura e cambiamenti di umore. Per quanto non vi sia una spiegazione precisa riguardo a questo stato, il fenomeno viene in parte attribuito alle fluttuazioni ormonali tipiche del periodo successivo al parto, e simili a quelle che si verificano durante il ciclo mestruale. Tuttavia, gli ormoni non sono i soli responsabili della depressione post parto, ma incidono notevolmente anche tutti i cambiamenti che la donna subisce a livello fisico e sociale a causa della maternità: la responsabilità per la cura e la crescita del figlio, le modifiche a cui è soggetto il corpo, le mutazioni del suo ruolo nei confronti della famiglia e della società, la rinuncia alla carriera e la paura di dover affrontare i problemi legati allo sviluppo del bambino. Una serie di elementi di origine più interiore che ormonale e che, se non si risolvono in breve tempo, necessitano dell’intervento di uno specialista.

Psicologia-Post-Parto

La psicosi post parto e le forme gravi di depressione

Malinconia e stanchezza dopo il parto sono normali, ma nel caso in cui la situazione non si risolva, e tenda a peggiorare, dopo una settimana, può trattarsi di una vera depressione post parto. In questo caso è utile rivolgersi ad uno psichiatra esperto, che valuterà il caso di sospendere l’allattamento e somministrare farmaci antidepressivi, unitamente ad una psicoterapia adeguata, che proseguirà anche dopo la scomparsa dei sintomi. L’intervento del medico psichiatra è necessario per evitare che la depressione evolva in una psicosi maniacale talvolta anche grave, con un brusco aggravarsi dei sintomi. La neo mamma affetta da di psicosi post parto può arrivare a soffrire di allucinazioni, paranoia, agitazione, tendenze suicide o comportamenti aggressivi nei confronti del bimbo. In relazione alla gravità della situazione, potrebbe essere necessario l’allontanamento dal bambino e il ricovero in ospedale.

Prevenire e curare la depressione post parto

Una dieta equilibrata, evitando di assumere alcolici ed eccitanti, uno stile di vita tranquillo e salutare e un buon rapporto di coppia costituiscono la base della prevenzione delle forme depressive e maniacali che accompagnano il periodo post parto. La presenza di familiari e amici che sollevino la neo mamma dagli impegni e l’aiutino a distrarsi, e l’impegno da parte sua a rendersi consapevole dell’importanza del suo nuovo ruolo, sono determinanti per il raggiungimento dell’equilibrio psicofisico e dell’armonia interiore. Nel caso vi fosse un sospetto di depressione o psicosi si rende però indispensabile l’intervento medico, la terapia di gruppo e le cure farmacologiche.


Loading...