Fexallegra: l’antistaminico per la rinite allergica che non necessita di ricetta

358
fexallegra

Fexallegra è un farmaco da banco, che quindi si può acquistare senza ricetta medica sia in farmacia che online. Si tratta di un antistaminico efficace in tutti quei casi di rinite allergica stagionale, che consente di placare i sintomi in breve tempo. Anche se si tratta di un farmaco da banco, è importante ricordare che Fexallegra è pur sempre un medicinale e appartiene alla categoria degli antistaminici. Ha dunque alcune controindicazioni che è sempre bene conoscere prima di assumerlo, e potrebbe dare vita alla manifestazione di alcuni effetti collaterali indesiderati.

Per questo motivo, pur trattandosi di un medicinale che si può acquistare liberamente anche online, conviene sempre leggere il foglietto illustrativo (che vi riportiamo di seguito) in modo da non correre rischi e seguire la posologia corretta. Con queste tipologie di farmaci non bisogna scherzare, perchè pur trattandosi in tal caso di un antistaminico piuttosto blando si tratta di un prodotto che funziona secondo le testimonianze. Il suo principio attivo dunque potrebbe creare dei problemi in pazienti che presentano particolari controindicazioni ed è quindi importante assumerlo solo dopo aver consultato le informazioni contenute nel foglietto illustrativo.

Fexallegra: indicazioni terapeutiche

Fexallegra è un farmaco da banco che appartiene alla categoria degli antistaminici e antiallergici e contiene il principio attivo Fexofenadina Cloridrato, impiegato per il trattamento della rinite allergica stagionale ed efficacie anche contro l’orticaria cronica. Questo antistaminico si trova sul mercato in varie formulazioni: compresse rivestite, spray nasale e collirio.

In tutti i casi, Fexallegra è specificatamente pensato per il trattamento della rinite allergica stagionale e dei seguenti sintomi:

  • Starnuti
  • Bruciore agli occhi
  • Lacrimazione degli occhi
  • Congestione nasale
  • Prurito

Fexallegra è in grado di ridurre tutta questa sintomatologia, donando sollievo pressochè immediato e liberando il naso chiuso.

Controindicazioni ed avvertenze

Come abbiamo accennato, anche se si tratta di un farmaco da banco Fexallegra ha alcune controindicazioni e quindi non tutti i pazienti possono assumere questo medicinale.

Fexallegra è controindicato e quindi non può essere assunto nei seguenti casi:

  • Pazienti con ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti contenuti nel medicinale;
  • Donne in gravidanza (non esistono dati sperimentali sufficienti per garantire la sicurezza di Fexallegra nelle donne in gravidanza, quindi conviene chiedere consiglio al proprio medico prima di assumere questo farmaco);
  • Bambini di età inferiore ai 12 anni.

Interazione con altri medicinali

Questo antistaminico potrebbe entrare in interazione con l’effetto di altri medicinali e per questo motivo è sempre meglio consultare il medico prima di intraprendere un trattamento con Fexallegra, qualora si fosse già in cura con altri farmaci.

In modo particolare, è bene sapere che la somministrazione di antiacidi contenenti alluminio potrebbero ridurre l’assorbimento dell’antistaminico a livello gastrointestinale e quindi limitarne l’effetto. Per questa ragione conviene attendere almeno 2 ore prima di assumere Fexallegra, qualora si stessero assumendo antiacidi contenenti alluminio e idrossido di magnesio.

Posologia: modi e tempi di somministrazione

Questo medicinale deve essere assunto rispettando la posologia indicata nel foglietto illustrativo. Anche se si tratta di un farmaco da banco che non necessita di ricetta medica infatti, Fexallegra può provocare effetti collaterali indesiderati in caso di sovraddosaggio. E’ dunque importante attenersi alla posologia indicata nel bugiardino, che vi riportiamo di seguito.

La posologia indicata per le varie formulazioni di questo antistaminico è la seguente:

Fexallegra compresse 120 mg:

  • 1 compressa una volta al giorno, da assumere prima dei pasti deglutendola con un po’ di acqua;

Fexallegra spray nasale:

  • 1-2 nebulizzazioni per ogni narice ogni 8-12 ore;

Fexallegra collirio:

  • 1-2 gocce nell’occhio 2-3 volte al giorno.

Effetti collaterali indesiderati

Fexallegra può dare vita alla manifestazione di alcuni effetti collaterali indesiderati, anche se non compaiono in tutti i pazienti. E’ importante interrompere immediatamente il trattamento e rivolgersi al medico o al Pronto Soccorso qualora si dovessero manifestare i sintomi tipici di un’allergia ossia problemi respiratori, gonfiore del volto, della lingua e della gola (angioedema) e rush cutanei gravi.

Altri effetti collaterali che si possono manifestare in seguito all’assunzione o all’utilizzo di questo medicinale sono i seguenti:

  • Mal di testa;
  • Sonnolenza;
  • Nausea e malessere generale;
  • Vertigini;
  • Allucinazioni;
  • Alterazione del gusto;
  • Insonnia;
  • Nervosismo ed irrequietezza;
  • Tachicardia;
  • Epistassi (sangue dal naso);
  • Gonfiore della mucosa nasale;
  • Bruciori al naso;
  • Starnuti;
  • Rinorrea (naso che cola);
  • Dilatazione della pupilla;
  • Aumento della pressione all’interno dell’occhio.

I sintomi che abbiamo elencato e che riguardano nello specifico il naso o gli occhi sono legati all’utilizzo rispettivamente dello spray nasale e del collirio.

Fexallegra per l’orticaria cronica: funziona?

Alcuni medici prescrivono Fexallegra anche per il trattamento dell’orticaria cronica ed effettivamente il principio attivo di questo frmaco si dimostra efficace anche per la cura di tale disturbo. Naturalmente in questo caso la formulazione idonea è quella in compresse da assumere per via orale, ma è bene precisare che prima di intraprendere un trattamento per l’orticaria cronica conviene sempre chiedere consiglio al proprio specialista di fiducia. E’ sempre opportuno consultare il medico in modo da essere certi che si tratti della soluzione corretta per il proprio caso.


Loading...