Paratormone Alto: possibili cause, valori e dieta da seguire

0
2163
Paratormone-alto

Il paratormone alto potrebbe indicare alcune patologie anche molto serie ed è per questo motivo che viene spesso misurato, perchè rappresenta un indice particolarmente utile per la diagnosi di alcuni disturbi. Il paratormone è un ormone che viene prodotto dalle paratiroidi e che ha la funzione di mantenere costante la concentrazione di calcio nell’organismo. Se i suoi livelli risultano superiori al normale, significa che nel nostro corpo c’è una carenza di calcio e che quindi questo ormone è dovuto intervenire per far fronte a questa condizione. 

Come vedremo tra poco, possono essere diverse le cause che determinano un aumento della produzione di paratormone. In alcuni casi si tratta di disturbi passeggeri o comunque di lieve entità mentre in altre situazioni il problema potrebbe essere più grave e nascondere una patologia anche molto seria. Solitamente, questo parametro da solo non è sufficiente per tracciare una diagnosi certa ma si tratta comunque di un campanello d’allarme molto importante.

Paratormone: i valori normali di riferimento

Il paratormone viene misurato attraverso le analisi del sangue, ma questo esame non è incluso nell’emocromo completo quindi occorre richiederlo in modo specifico. I valori considerati normali di questo ormone nel sangue sono compresi tra 10 e 60 pg/ml quindi entro tale range si può stare tranquilli perchè si è in una condizione di normalità.

Si parla di paratormone alto quando il suo valore supera i 60 pg/ml: naturalmente più alti risultano questi valori e più la condizione deve essere presa seriamente in esame.

Paratormone alto: le possibili cause

Le cause che determinano un aumento dei livelli di questo ormone nel sangue possono essere diverse e di varia natura. Come abbiamo già accennato, alla base del paratormone alto potrebbe esserci una patologia seria come una condizione passeggera e meno preoccupante. Anche gli squilibri ormonali tipici delle donne in gravidanza o in menopausa possono interferire con la produzione del paratormone, quindi non è il caso di allarmarsi ma nemmeno di sottovalutare il problema.

Paratormone alto: le cause patologiche

Solitamente, se alla base di un aumento dei livelli di paratormone vi è una patologia seria, i valori sono piuttosto significativi e possono raggiungere anche i 120 pg/ml o addirittura superarli. Le patologie che possono determinare un aumento di paratormone nel sangue sono diverse ma tra le più diffuse troviamo le seguenti:

Paratormone alto: cause nutrizionali

Quando questo ormone viene prodotto in quantità superiori al normale, le cause potrebbero essere legate ad un fabbisogno dell’organismo di alcuni nutrienti indispensabili. In questi casi è sufficiente regolare la dieta e l’alimentazione per riuscire a ripristinare i valori corretti. Le carenze che potrebbe determinare un aumento dei livelli di paratormone sono le seguenti:

  • Carenza di calcio;
  • Carenza di vitamina D, che tra le sue funzioni ha proprio quella di permettere all’organismo di assorbire il calcio.

Paratormone alto: cause fisiologiche

Come abbiamo accennato, non sempre il paratormone alto è indice di qualcosa che non funziona come dovrebbe. In alcune situazioni può capitare che i livelli di questo ormone subiscano delle variazioni ma si tratta quasi sempre di anomalie passeggere che tendono a risolversi autonomamente. Le cause fisiologiche sono le seguenti:

  • Gravidanza e allattamento;
  • Menopausa;
  • Trattamenti con litio.

Paratormone alto: disturbi e sintomi collegati

Se i livelli di questo ormone sono superiori al normale, il paziente potrebbe avvertire alcuni sintomi che però non sono specifici e potrebbero essere ricondotti ad altre patologie. Generalmente, i disturbi lamentati sono legati alla diminuzione del calcio nell’organismo e possono interessare diversi organi:

  • Dolori o fastidi alle ossa;
  • Dolori muscolari o articolari;
  • Problemi gastrointestinali;
  • Disturbi al sistema nervoso.

Paratormone alto dopo tiroidectomia: è normale?

Dopo un intervento di tiroidectomia può accadere che i livelli di paratormone risultino leggermente fuori dalla norma, ma non bisogna considerarla una condizione normale. In sostanza, l’innalzamento del paratormone è un evento che si può verificare ma che deve comunque essere trattato perchè nella maggior parte dei casi è legato ad una carenza di vitamina D. Non ci si deve quindi allarmare, ma occorre reintegrare tale vitamina nell’organismo in modo da ripristinare un po’ alla volta il giusto equilibrio.

Come abbassare i livelli di paratormone

Vitamina-dPer abbassare i livelli di paratormone nel sangue non esiste una terapia valida universalmente perchè bisogna agire sulle cause di questa condizione. Se quindi alla base vi è una patologia, l’unico rimedio è quello di curare tale patologia. Se al contrario di tratta di una condizione passeggera come la gravidanza o l’assunzione di determinati farmaci basta avere pazienza e con il tempo i valori torneranno nella normalità.

Se il paratormone alto è dovuto ad alcuni squilibri nutrizionali e in particolare ad una carenza di vitamina D, si può intervenire seguendo una dieta specifica che abbia appunto l’obiettivo di dare un maggior apporto di tale vitamina all’organismo.

Ti potrebbe interessare anche…