Polmonite: cause, sintomi, prevenzione e cure in adulti e bambini

0
1758
Polmonite

La polmonite è una patologia dei polmoni e del sistema respiratorio dovuta ad un’infiammazione degli alveoli polmonari. Questi, in caso di polmonite, si riempiono di liquido che crea problemi di respirazione e riduce la capacità polmonare nel paziente. Si tratta di una patologia piuttosto seria che deve essere curata con una certa tempestività per evitare ulteriori problemi a carico del sistema respiratorio.

La polmonite, come vedremo tra poco, può avere diverse cause: può essere infatti di origine batterica, fungina o virale e in alcuni casi si può trasmettere in quanto contagiosa. Può colpire pazienti adulti come bambini ed anziani.

Le possibili cause della polmonite

Come abbiamo appena accennato, questa infiammazione dei polmoni può essere causata da diversi fattori quindi il primo passo per poter curare in modo mirato questa patologia è quello di identificare l’origine dell’infiammazione. Tra le cause di polmonite possiamo trovare le seguenti:

  • Infezione batterica. I batteri sono tra le cause più frequenti di polmonite negli adulti ed il maggior responsabile di polmonite è generalmente lo pneumococco. Oltre a questo batterio, però, possono essercene altri che causano tale infiammazione come la legionella pneumophila. Nel momento in cui i batteri raggiungono i polmoni, il sistema immunitario si attiva provocando di fatto l’infiammazione degli alveoli. Questi si riempiono di pus e liquido dando vita ai sintomi tipici della patologia.
  • Virus. Questa patologia può essere causata anche da alcuni virus, tra cui il più comune negli adulti è quello dell’influenza. Nei bambini di età inferiore ai 2 anni, invece, il virus responsabile della polmonite è generalmente il virus respiratorio sinciziale. In caso di polmonite virale, i sintomi sono più lievi e tendono a scomparire spontaneamente entro pochi giorni.
  • Funghi. Più rara, la polmonite pneumocistica è sicuramente anche la forma più grave ed è causata da un fungo che attacca i pazienti con un sistema immunitario già debole o compromesso.

I fattori di rischio

Come abbiamo appena visto, questa malattia può avere diverse cause e potenzialmente potrebbe colpire qualsiasi soggetto. Tuttavia, esistono alcuni pazienti che risultano a maggior rischio di soffrire di questa patologia. I fattori di rischio più determinanti sono i seguenti:

  • Età. I bambini di età inferiore ai 2 anni e gli anziani risultano più a rischio perchè il loro sistema immunitario non è del tutto efficiente;
  • Stile di vita. Fumo di sigaretta, denutrizione e abuso di alcol possono aumentare il rischio di contrarre questa malattia;
  • Condizioni ambientali. Le persone esposte ad agenti chimici inquinanti o a fumi tossici hanno un rischio maggiore di contrarre questa patologia;
  • Malattie a carico del sistema immunitario o respiratorio. 

I sintomi della polmonite: come riconoscerla

PolmoniteI sintomi della polmonite sono piuttosto evidenti, quindi non è difficile accorgersi della presenza di una malattia a carico delle vie respiratorie. Qualora dovessero presentarsi i seguenti sintomi, è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico per appurare l’entità del disturbo ed intraprendere eventuali terapie in breve tempo. I sintomi tipici della polmonite sono i seguenti:

  • Sensazione di spossatezza;
  • Febbre alta;
  • Tosse con catarro persistente;
  • Dolore al torace quando si respira o si tossisce;
  • Sensazione di affanno durante le normali attività;
  • Nausea e mal di stomaco, vomito e diarrea (solo in alcuni casi).

Generalmente, se la patologia è di origine virale i sintomi sono molto più lievi e tendono a scomparire in autonomia entro pochi giorni. Se al contrario si tratta di una polmonite batterica o peggio ancora fungina i sintomi possono essere anche molto debilitanti ed è importante rivolgersi con tempestività al proprio medico onde evitare un peggioramento delle condizioni respiratorie.

Le possibili complicazioni di una polmonite non trattata

Generalmente la polmonite si può curare con efficacia, ma quando non viene trattata o viene trascurata per troppo tempo si potrebbero presentare delle complicazioni anche molto serie e gravi. Tra le complicazioni più comuni dovute dalla polmonite troviamo le seguenti:

  • Ascesso polmonare;
  • Versamento pleurico e pleurite;
  • Batteriemia (presenza di batteri nel sangue) e shock settico;
  • Insufficienza respiratoria;
  • Insufficienza renale.

Tutte queste possibili complicazioni possono essere curate e risolte con delle terapie specifiche, ma per evitare che si presentino tali problemi conviene sempre rivolgersi al medico quando compaiono i primi sintomi della polmonite.

Cure e terapie per combattere la polmonite

La polmonite non richiede quasi mai il ricovero ospedaliero, che può essere necessario solo in alcuni casi particolari (pazienti già affetti da altre patologie oppure sintomatologia particolarmente grave). Nella maggior parte dei casi, quindi, questa infiammazione si può curare a casa con farmaci specifici ma per poter intraprendere una terapia è necessario conoscere la causa della patologia.

In caso di polmonite batterica, il medico prescrive un antibiotico che ha la funzione di combattere i batteri e che nel giro di 3 giorni è in grado di sedare i sintomi. Se l’origine dell’infiammazione è virale, però, gli antibiotici si rivelano del tutto inutili e può essere necessario ricorrere a farmaci antivirali, anche se spesso non sono indispensabili.

Ti potrebbe interessare anche…