Transferrina: cos’è, valori normali e quando preoccuparsi

0
795
Transferrina

La transferrina è una glicoproteina molto importante, perchè la sua funzione è quella di legare a sè il ferro e di trasportarlo dalle sedi di produzione a quelle di utilizzo o di deposito. L’esame che misura i valori di transferrina nel sangue viene quindi prescritto per verificare che non vi siano problemi di metabolismo del ferro, che potrebbero determinare una serie di ripercussioni molto importanti. Per riuscire a tracciare la diagnosi di disturbi del metabolismo di questo nutriente però non è sufficiente l’esame della transferrina: occorre infatti valutare anche altri valori fondamentali come quello della sideremia, quello della ferritina, i test TIBC e IUBC.

Come vedremo tra poco, i pazienti che presentano una transferrina alta potrebbero soffrire di patologie specifiche come l’anemia ma non sempre valori elevati sono preoccupanti e dipendenti da stati morbosi. Spesso le cause di un innalzamento dei valori nel sangue possono essere fisiologiche come la gravidanza o l’assunzione di anticoncezionali come la pillola. Allo stesso modo, valori bassi di transferrina possono essere collegati a fattori vari e di natura differente quindi è opportuno valutare caso per caso.

Transferrina: cos’è e perchè è importante

Come abbiamo accennato, la transferrina è una proteina plasmatica la cui funzione è quella di trasportare il ferro nel sangue portandolo dalle sedi di produzione (intestino) in altri distretti corporei. In particolare, la transferrina lega a sè il ferro e lo conduce in parte al midollo osseo per permetterne un utilizzo e in parte al fegato che è l’organo deputato al suo deposito. Misurare i valori di transferrina nel sangue permette di comprendere se il metabolismo del ferro sia corretto o se sia presenta qualche disfunzione. Come abbiamo detto però, per avere il quadro completo della situazione a livello metabolico è fondamentale misurare anche altri valori.

Transferrina, sideremia e TIBC: valori normali di riferimento nel sangue

I valori di riferimento considerati normali della transferrina, di TIBC e della saturazione della transferrina (rapporto tra sideremia e TIBC) nel sangue sono i seguenti:

  • Transferrina nel sangue: 240 – 360 mg/dL
  • TIBC nel sangue: 240 – 450 μg/dL
  • Saturazione della transferrina: 20% – 50% negli uomini e 15% – 50% nelle donne

Transferrina alta: le possibili cause

Come abbiamo già accennato, se dalle analisi del sangue emerge una situazione di transferrina alta non è detto che questa sia causata da una patologia specifica. Spesso infatti a provocare un innalzamento dei valori di questa proteina plasmatica sono condizioni fisiologiche. Tra le possibili cause troviamo le seguenti:

  • Anemia sideropenica;
  • Ipossiemia (ridotta ossigenazione del sangue);
  • Gravidanza;
  • Bambini durante la crescita (da 2 a 10 anni);
  • Assunzione di anticoncezionali orali come la pillola.

Transferrina bassa: le possibili cause

Se la transferrina risulta bassa nel sangue, anche in questo caso conviene indagare ulteriormente ed effettuare altre analisi. Le cause infatti potrebbero essere molteplici: da patologie importanti da non sottovalutare a fattori fisiologici o ambientali naturalmente non preoccupanti. Tra le possibili cause della transferrina bassa nel sangue troviamo le seguenti:

Sideremia alta o bassa: cause e valori

SideremiaCome abbiamo precisato più di una volta, alla misurazione della transferrina viene sempre associata anche quella della ferritina e della sideremia. Quest’ultima indica la quantità del ferro che viene trasportato dalla transferrina ed è fondamentale perchè proprio questo ferro è indispensabile per i processi di formazione dell’emoglobina (e quindi dei globuli rossi). La sideremia bassa solitamente è collegata ad un apporto insufficiente di ferro con l’alimentazione ma può dipendere anche da problemi a livello intestinale (morbo di Crohn, celiachia, parassitosi, cancro all’intestino, ecc.). Alti livelli di sideremia nel sangue invece possono dipendere da patologie del fegato, anemia emolitica, un eccessiva assunzione di ferro attraverso l’alimentazione…tutte condizioni che devono essere valutate caso per caso tenendo in considerazione anche gli altri valori ossia quelli della ferritina e della transferrina…continua a leggere

Ferritina alta o bassa: cause e valori

Ferritina-altaSe la ferritina risulta alta nel sangue non è sempre detto che alla base di questi risultati vi sia una patologia preoccupante. Un innalzamento dei valori può infatti dipendere da una dieta troppo ricca di ferro, un eccessivo consumo di alcolici o dall’assunzione di alcuni farmaci che presentano questo effetto collaterale. In alcuni casi però una ferritina alta indica patologie serie che non possono essere sottovalutate come la leucemia, l’epatite, alcune forme tumorali, il linfoma di Hodkin. Allo stesso modo, non devono essere sottovalutati nemmeno dei valori eccessivamente bassi di ferritina nel sangue, perchè potrebbero indicare la presenza di patologie dell’intestino. Tuttavia, spesso e volentieri la ferritina bassa dipende da condizioni fisiologiche come la gravidanza, un ciclo mestruale eccessivamente abbondante…continua a leggere

Ti potrebbe interessare anche…


Loading...