Apparato Digerente: anatomia, organi, funzioni e patologie

0
666
Apparato-digerente

L’apparato digerente è costituito da tutti quegli organi e strutture anatomiche che hanno la funzione di assumere, digerire ed assorbire gli alimenti, ma anche di eliminare tutti i prodotti di scarto dall’organismo. Viene definito apparato (e non sistema) perchè è composto da organi molto differenti tra loro, sia per quanto riguarda la struttura anatomica che la funzione specifica. Ogni parte dell’apparato digerente ha quindi delle caratteristiche distinte, ma collabora per uno scopo comune: quello di  assicurare una corretta alimentazione ed un giusto metabolismo dei nutrienti.

Spesso e volentieri, l’apparato digerente è coinvolto in molti disturbi: sono diverse le patologie che possono interessare uno o più organi e ne sono un esempio la gastrite, la sindrome del colon irritabile, il morbo di Crohn, l’esofagite, ecc.

Anatomia dell’apparato digerente umano

Apparato-digerente-organiL’apparato digerente è composto da 9 organi: la bocca, l’epiglottide, la faringe, l’esofago, lo stomaco, il fegato, il pancreas, l’intestino tenue e l’intestino crasso. Vediamo brevemente qual è l’anatomia e quali le funzioni di ogni organo.

La bocca

La bocca è il primo organo dell’apparato digerente e anche se non si direbbe svolge una funzione fondamentale. E’ infatti all’interno della bocca che comincia la digestione: il cibo viene sminuzzato dai denti e scomposto così in modo da poter essere digerito con più facilità quando arriverà nello stomaco.

L’epiglottide

L’epiglottide è una cartilagine che si trova alla base della lingua e separa quest’ultima dalla laringe. Ha una funzione importante, in quanto impedisce che il cibo ingerito vada a finire all’interno della laringe e quindi nell’apparato respiratorio. L’epiglottide, durante la deglutizione, si sposta verso la laringe chiudendone l’accesso: in questo modo perfette al cibo di entrare nella faringe e nell’esofago e quindi procedere verso lo stomaco.

Faringe

La faringe è il canale che collega la gola con l’esofago ed è quindi il primo tratto del tubo digerente. Quando deglutiamo, il bolo arriva nella faringe e da qui viene poi convogliato nell’esofago per poi raggiungere lo stomaco. Tra le patologie che colpiscono la faringe ricordiamo la faringite, che però non riguarda l’apparato digerente ma piuttosto quello respiratorio.

Esofago

L’esofago è il canale che dalla faringe permette al bolo di proseguire verso lo stomaco. E’ composto da diversi muscoli, che contraendosi facilitano la discesa del cibo. Una delle più diffuse malattie dell’esofago è il reflusso gastroesofageo.

Stomaco

Lo stomaco è uno dei maggiori organi dell’apparato digerente ed è qui che avviene gran parte della digestione vera e propria, grazie ai succhi gastrici. Lo stomaco comunica nella parte superiore con l’esofago attraverso il cardias, ossia un orifizio che ha la funzione di contrarsi per evitare la risalita del contenuto dello stomaco nell’esofago. Se il cardias è incontinente, può provocare acidità di stomaco e reflusso gastroesofageo. Nella parte inferiore, invece, lo stomaco comunica con l’intestino tenue attraverso il piloro.

Pancreas

Il pancreas è una ghiandola che si trova nella parte superiore dell’addome, tra lo stomaco, la milza e l’intestino tenue. Svolge numerose funzioni, ma per quanto riguarda l’apparato digerente è fondamentale perchè produce degli enzimi necessari per la digestione dei grassi, delle proteine e dei carboidrati. In caso di pancreatite o di altre patologie del pancreas, dal punto di vista digestivo potrebbero insorgere problemi quali gonfiore addominale, diarrea, crampi, malnutrizione e carenze nutrizionali.

Fegato

Il fegato è una ghiandola che si trova nell’ipocondrio destro e ha una funzione fondamentale. Per quanto riguarda la digestione, il fegato è essenziale perchè consente di trasformare gli alimenti assorbiti mediante la sintesi del glucosio, del colesterolo e dei trigliceridi ma anche l’emulsione dei grassi. Inoltre il fegato controlla il metabolismo proteico. Tra le patologie che interessano questa ghiandola ricordiamo l’epatite e la cirrosi epatica.

Intestino tenue

L’intestino tenue è il primo tratto dell’intestino e anche il più lungo. E’ lungo circa 7 metri e si divide in duodeno, digiuno ed ileo. La sua funzione è importante perchè è all’interno dell’intestino tenue che viene completata la scomposizione del cibo e vengono assorbiti tutti i nutrienti. Si trova centralmente ed è circondato dall’intestino crasso.

Intestino crasso

L’intestino crasso è l’ultima porzione dell’intestino e di tutto l’apparato digerente. Collegato all’ileo e quindi al tratto terminale dell’intestino tenue, l’.i crasso è lungo circa 2 metri e ha la funzione portare a termine tutto il processo digestivo e quindi assorbire ed evacuare gli alimenti ingeriti. L’ultima parte dell’intestino crasso è costituita dall’ano, ossia dalla struttura anatomica dalla quale vengono emesse le feci.

Patologie dell’apparato digerente

L’apparato digerente è un complesso sistema di organi imputati a diverse funzione che sono fondamentali per i nostro organismo. Sono moltissime le patologie che possono colpire l’apparato digerente, ma è bene ricordare che la prevenzione è un’arma importantissima, specialmente nei confronti del cancro al colon e allo stomaco. Per questo, gastroscopia e colonscopia dovrebbero essere effettuate in caso di disturbi per fugare ogni dubbio.

Ti potrebbe interessare anche…


Loading...