Dieta Lemme: come funziona, opinioni e tutto quello che c’è da sapere

0
846
Dieta-Lemme

La dieta Lemme è uno dei regimi alimentari più criticati degli ultimi tempi: se ne è parlato moltissimo e nonostante nasconda qualche difetto sono molte le persone che hanno confermato la sua efficacia. Ideata dal farmacista Alberico Lemme, questa dieta è diventata subito famosa perchè è stata adottata da diversi personaggi famosi. A prima vista potrebbe sembrare il regime dietetico più semplice del mondo, ma in realtà per riuscire davvero a dimagrire e perdere diversi kg bisogna sottoporsi ad una serie di limitazioni ben precise.

Dieta Lemme: funziona davvero?

Prima di vedere nel dettaglio i principi della dieta Lemme vogliamo fare una precisazione. Questo regime alimentare è stato spesso criticato: c’è chi sostiene che non serva a nulla e che la sua efficacia sia pari a zero e chi invece lo osanna. Su alcune persone la dieta Lemme ha funzionato davvero quindi non possiamo certo dire che sia poco efficace. Dobbiamo però sottolineare che per riuscire ad ottenere i risultati promessi bisogna faticare e metterci un bel po’ di impegno. A prima vista la dieta Lemme sembrerebbe quella perfetta, perchè come vedremo tra poco ammette solamente carboidrati e proteine: di rinunce quindi sembra che ce ne siano poche da fare! In realtà bisogna seguire dei dosaggi ben precisi e ci sono alcune limitazioni da rispettare che non sono proprio semplicissime. Infine, una parola va rivolta al farmacista che l’ha ideata. Alberico Lemme è stato spesso criticato per i suoi modi sicuramente poco carini e per la sua rigidità. Di questo a noi poco importa: l’unica cosa che vogliamo proporvi oggi è il regime dietetico che ha ideato, che su moltissime persone si è rivelato effettivamente efficace.

Come funziona la Dieta Lemme?

La dieta Lemme prevede il consumo esclusivo di carboidrati e proteine: sono quindi banditi frutta, verdura, zuccheri e sale. Già questo sembra molto strano, se pensiamo che nella maggior parte delle diete le verdure sono al centro dell’alimentazione! Ma c’è dell’altro: ogni pasto, in questo regimo dietetico, deve essere consumato ad orari ben precisi che devono essere rispettati con estremo rigore.

Le fasi della Dieta Lemme

Questa dieta viene suddivisa in due fasi: la prima è quella in cui si raggiungono i risultati desiderati e quindi si perde peso mentre la seconda prevede un periodo di mantenimento, che permette di non ingrassare e quindi di mantenere il peso forma raggiunto. Nella seconda fase viene preso in considerazione l’indice glicemico degli alimenti.

Prima fase: cosa si può mangiare e quando

Durante la prima fase della dieta Lemme si possono consumare solamente carboidrati, grassi e proteine mentre devono rimanere esclusi gli zuccheri, il sale, la frutta e la verdura. Si tratta quindi di un regime dietetico piuttosto semplice da seguire, anche perchè non c’è da fare alcune conta delle calorie. Gli alimenti consentiti si possono mangiare anche in grandi quantità, a patto che si rispettino gli orari e che non vengano assunti nel momento sbagliato della giornata. Queste sono le regole generali da seguire:

Colazione: cosa mangiare e quando

La colazione deve essere fatta entro e non oltre le 9.30 del mattino. I carboidrati possono essere consumati solamente in questo momento della giornata, perchè in questo modo possono essere smaltiti senza problemi. A colazione quindi bisogna consumare pasta o carboidrati, ma sempre prestando attenzione a non abbinarli alle proteine e non mangiarli dopo le 9.30.

Pranzo: carne senza sale

Per pranzo è consigliabile mangiare carne, ma è sempre fondamentale ricordare che non bisogna aggiungere sale da nessuna parte! Anche in questo caso l’orario è ben preciso: tra le 12.00 e le 14.00.

Merenda: mattino e pomeriggio

Per merenda si può bere un the insieme ad un limone a spicchi, che aiuta a perdere il senso di fame. Lo spuntino si può fare sia al mattino (tra le 10.00 e le 11.00) sia al pomeriggio (tra le 16.00 e le 17.00).

Cena: pesce senza sale

Per cena, il menù prevede pesce o carne (ma se a pranzo si è mangiata la carne bisognerebbe alternare con il pesce). Ovviamente anche in questo caso il sale è bandito ma possiamo aiutarci con le spezie per rendere più sapidi gli alimenti.

Dieta Lemme: la fase di mantenimento

Una volta che la prima fase dà i suoi risultati e si raggiunge il peso forma, si può passare alla fase di mantenimento in cui vengono reintrodotti alcuni alimenti per ri-abituare l’organismo. Questa fase ha una durata di 3 mesi e possono essere reintrodotte le verdure, anche se in modo graduale. bisogna però continuare a seguire i dettami principali della dieta e quindi rimangono banditi i seguenti cibi:

  • Latte vaccino;
  • Zuccheri e dolcificanti;
  • Sale e aceto.

Per insaporire gli alimenti si possono utilizzare le spezie, che aiutano anche a regolare il grado di sapidità.

Dieta Lemme vegetariana: come funziona?

Una versione della dieta Lemme è stata pensata appositamente per i vegetariani: in questo caso si possono assumere le verdure al posto di carne e pesce ma solo alcune. In particolare, le proteine animali devono essere sostituite con carciofi, spinaci, funghi, cipolle e asparagi.

Ti potrebbe interessare anche…