Tutto sull’Herpes: quanto dura, quando è contagioso, tipologie e rimedi

0
5099
Herpes

L’herpes è un’infezione provocata da una famiglia ampia di virus, chiamati herpesvirus: ne esistono diversi tipi e ognuno di questi colpisce una determinata zona del corpo in particolare. Tra gli herpes virus più comuni e diffusi troviamo l’herpes simplex, l’herpes zoster e il citomegalovirus. In tutti i casi siamo di fronte ad infezioni altamente contagiose, che possono essere trasmesse con il semplice contatto con la zona colpita: si possono quindi prevenire in moltissime situazioni. 

Come vedremo, non sempre l’herpes è sintomatico: il citomegalovirus, ad esempio, spesso e volentieri non si manifesta e non crea alcun problema, ma rimane comunque contagioso. Se contratto da una donna in stato di gravidanza può essere molto pericoloso e provocare disturbi al feto. In tutti i casi, l’herpes in generale non è un virus particolarmente rischioso: l’infezione sicuramente può provocare disturbi e fastidi, ma tende a guarire piuttosto velocemente se trattata nel modo giusto. Come vedremo tra poco, alcune infezioni da herpes possono essere debellate anche con rimedi naturali mentre per altre è necessario un trattamento farmacologico. Nulla di particolarmente invasivo comunque.

Herpes: le tipologie di virus più diffuse

Come abbiamo accennato, esistono diverse tipologie di herpesvirus e tra le principali troviamo: l’herpes simplex (che è quello più diffuso in assoluto), l’herpes zoster (decisamente più fastidioso e di lunga guarigione) e il citomegalovirus. Vediamo quali sono le caratteristiche di queste infezioni e cosa possiamo fare per debellarle.

1) Herpes Simplex: genitale e labiale

Esistono due tipologie di herpes simplex, che colpiscono parti del corpo differenti e sono provocate dai virus HSV-1 e HSV-2. La differenza tra questi due tipi di herpes simplex sta principalmente nelle zone colpite: mentre l’HSV-1 causa infezioni in bocca, in gola, sul viso, negli occhi o al sistema nervoso centrale, l’HSV-2 colpisce prettamente la zona ano-genitale. Quando si parla di herpes simplex, si fa riferimento quasi sempre al virus che colpisce la zona dei genitali (maschili o femminili) oppure le labbra.

Herpes genitale

Herpes-genitale-dettaglioL’herpes genitale è provocato dal virus HSV-2 ed è molto diffuso: secondo recenti statistiche, colpisce infatti circa 1 persona su 5. Le persone che hanno maggiori rischi di contrarre questo virus sono le donne, ma spesso anche quest’infezione rimane del tutto asintomatica. Questo significa che si è infetti e si può trasmettere il virus anche se non si è consapevoli di essere stati contagiati. L’h. genitale può essere molto fastidioso: tra i sintomi più comuni troviamo la comparsa di vescicole nella zona genitale, accompagnate da prurito, bruciore e arrossamento delle mucose. Se trattato in modo adeguato, questo virus si può sconfiggere entro pochi giorni: conviene però sempre chiedere consiglio ad uno specialista perchè la terapia da seguire dipende dall’entità del disturbo.

Scopri tutto quello che c’è da sapere su questo virus!

Herpes Labiale

Herpes-labialeL’herpes labiale è un’infezione molto frequente, sia nelle donne che negli uomini, ed è provocata dal virus HSV-1. Tale virus può essere latente nell’organismo e attivarsi solamente in particolari situazioni: solitamente lo stress è tra le cause più diffuse di quest’infezione. Tra i sintomi tipici troviamo la comparsa di vescicole sulle labbra, che provocano un forte prurito e un arrossamento generalizzato. Spesso tali vescicole assumono l’aspetto di crosticine di colore arancione, ma fortunatamente tendono a risolversi in modo del tutto spontaneo. Per accelerare il processo di guarigione è possibile adottare alcuni rimedi naturali: il succo di limone, ad esempio, è molto efficacie.

Scopri tutto quello che c’è da sapere su questo virus!

2) Herpes Zoster: il fuoco di Sant’Antonio

Herpes-zosterL’Herpes Zoster viene chiamato comunemente anche fuoco di Sant’Antonio ed è provocato dallo stesso virus che in età infantile è responsabile della Varicella (Varicella-zoster virus). In età adulta, l’infezione da h.zoster si attiva nei periodi di maggiore stress o quando le difese immunitarie sono particolarmente deboli. I sintomi tipici sono la comparsa di macchie rosse e di vescicole che risultano dolorose e provocano spesso un forte prurito. Generalmente il fuoco di Sant’Antonio colpisce il corpo, ma in alcuni casi può interessare anche gli occhi: in tal caso si parla propriamente di h.zoster oftalmico. Anche l’herpes zoster è molto contagioso, e per curarlo occorre seguire una terapia specifica: conviene quindi sempre seguire i consigli del medico.

3) Citomegalovirus

CitomegalovirusIl citomegalovirus è un virus molto diffuso che appartiene alla famiglia degli HerpesVirus e che in molti casi può rimanere del tutto asintomatico, anche se risulta molto contagioso. Quando infetta l’organismo, questo virus rimane latente senza provocare nessun problema, ma in alcuni casi può manifestarsi e riattivarsi, provocando i sintomi tipici. Il citomegalovirus non è pericoloso in condizioni normali, ma se contratto da una donna incinta può diventarlo per il feto, che rischia di sviluppare patologie anche molto gravi. Questo virus rimane spesso e volentieri latente e del tutto asintomatico: anche quando si manifesta, può essere facilmente scambiato per una leggera influenza perchè i sintomi sono molto simili (febbre, sensazione di stanchezza, linfonodi ingrossati, mal di gola).

Scopri tutto quello che c’è da sapere su questo virus!

Ti potrebbe interessare anche…