Inositolo: dove si trova e perchè è importante la vitamina B7

0
79
Inositolo

L’inositolo, chiamato anche Vitamina B7, è un composto biologico che può essere sintetizzato dal nostro organismo e in particolare dal fegato e dai reni. Si tratta di una molecola molto importante per via delle funzioni che svolge e dei benefici che apporta al corpo umano. Nonostante venga sintetizzato in parte dal nostro organismo, l’inositolo viene assunto anche attraverso gli alimenti ed è quindi importante seguire una dieta varia ed equilibrata per evitare carenze di vitamina B7. Questa si può trovare negli agrumi, nelle noci, nel tuorlo d’uono, nelle banane, nei cereali integrali ma anche nella carne in generale e nel fegato. Sono quindi diversi gli alimenti che ci forniscono il giusto apporto di inositolo ma può capitare di aver bisogno di assumere un integratore specifico in particolari circostanze.

Come vedremo tra poco, la vitamina B7 può essere integrata per molti scopi differenti: si rivela per esempio utile nei soggetti diabetici, nelle donne affette da ovaio policistico ma anche in chi soffre di colesterolo alto.

Inositolo: cos’è e quali sono le sue funzioni

L’inositolo è un composto biologico che presenta una struttura simile al glucosio ed è coinvolto in numerosi processi. Come abbiamo già accennato, viene in parte sintetizzato dal fegato e dai reni e in parte assunto attraverso l’alimentazione. La vitamina B7 è importante per il nostro organismo perchè svolge funzioni fondamentali:

  • Partecipa alla sintesi della lecitina, una sostanza importante perchè in grado di mantenere pulite le pareti delle arterie e ridurre i livelli di colesterolo nel sangue;
  • Protegge le cellule nervose, aiutando a combattere lo stress e favorendo la memoria;
  • Favorisce l’eliminazione dei grassi in eccesso nel fegato;
  • Contrasta gli squilibri ormonali e metabolici.

Inositolo e dieta: quali alimenti ne sono ricchi

Come abbiamo detto, la vitamina B7 viene sintetizzata solo in parte dal nostro organismo perchè in buona parte deve essere assunta attraverso l’alimentazione. Fortunatamente i cibi che contengono questa sostanza sono parecchi quindi è difficile trovarsi di fronte a forti carenze di inositolo.

Gli alimenti che contengono maggiori quantità di vitamina B7 sono i seguenti:

  • Cereali integrali;
  • Crusca;
  • Germe di grano;
  • Lievito di birra;
  • Agrumi;
  • Carne in generale;
  • Fegato.

Naturalmente, se non viene seguita una dieta varia e ricca di tali alimenti potrebbero verificarsi delle carenze di vitamina B7 ma si tratta di un evento piuttosto raro.Ciò tuttavia non significa che in alcune circostanze non possa rivelarsi utile l’assunzione di un integratore specifico.

Quando è utile un integratore di inositolo

Assumere un integratore di vitamina B7 può rivelarsi utile in diverse circostanze, ma bisogna sempre chiedere consiglio al medico e prestare attenzione. Questi integratori infatti hanno spesso alcune controindicazioni ed effetti collaterali che bisogna conoscere prima di intraprendere un’assunzione per lunghi periodi.

Inositolo e ovaio policistico

Ovaio-policisticoL’inositolo è spesso consigliato alle donne affette dalla sindrome dell’ovaio policistico per via del suo ruolo terapeutico nel correggere i disturbi ormonali e metabolici che sono legati proprio a questa patologia. In particolare, un integratore di vitamina B7 può rivelarsi utile per tenere sotto controllo l’iperglicemia, la resistenza insulinica e l’iperandrogenismo. Solitamente è il ginecologo a prescrivere tale integratore e consigliare anche la posologia più adatta da seguire. Conviene dunque evitare di fare di testa propria, anche perchè come abbiamo accennato prima l’inositolo potrebbe avere alcuni effetti collaterali e controindicazioni importanti.

Inositolo e gravidanza: per aumentare la fertilità

La vitamina B7 viene spesso consigliata anche alle donne che sono in cerca di una gravidanza, perchè sembra aumentare la fertilità specialmente in tutti quei casi in cui sono presenti problematiche a livello ormonale. Anche in questo caso però è importante parlarne prima con il proprio ginecologo o con il proprio medico, per essere sicuri che sia davvero la scelta giusta da fare.

Inositolo e acne

La vitamina B7 può rivelarsi utile anche per contrastare problematiche come l’acne, sempre in virtù del fatto che è in grado di regolare i disturbi ormonali. Anche in questo caso però ricordiamo sempre di chiedere prima consiglio al proprio medico di base, in modo da essere sicuri di non andare incontro ad altre problematiche dovute agli effetti collaterali dell’integratore.

Inositolo per le persone anziane

In alcuni casi un integratore di vitamina B7 viene consigliato anche agli anziani, qualora venga riscontrata una carenza di tale sostanza. L’inositolo infatti è in grado di contrastare il deperimento delle cellule nervose e risulta molto utile per contrastare i primi problemi di memoria. Aiuta quindi in sostanza a rallentare l’invecchiamento cerebrale.

Controindicazioni ed effetti collaterali

La vitamina B7 si può trovare in diverse tipologie di integratori naturali, ma è sempre bene prestare attenzione alle controindicazioni e agli effetti collaterali di questa sostanza. L’inositolo può provocare i seguenti effetti collaterali indesiderati, specialmente se viene assunto in eccesso:

  • Nausea;
  • Mal di stomaco;
  • Diarrea.

Ti potrebbe interessare anche…



Loading...