Pillola anticoncezionale: efficacia, effetti collaterali e cose da sapere

0
90
Pillola-anticoncezionale

La pillola anticoncezionale è uno dei metodi contraccettivi femminili più efficaci. Ormai esiste da decenni e ne possiamo trovare diverse marche in commercio, ma quelle più recenti presentano dei vantaggi da non sottovalutare. La pillola anticoncezionale infatti non è più come un tempo: gli sviluppi in ambito medico e farmaceutico hanno permesso di ottenere dei prodotti più leggeri e di conseguenza con meno controindicazioni ed effetti collaterali rispetto al passato. Un tempo, assumere la pillola anticoncezionale significava andare incontro, inevitabilmente, ad una serie di conseguenze spiacevoli: aumento di peso, ritenzione idrica, problemi di acne e via dicendo. Questo era dovuto ad fatto che i dosaggi ormonali erano molto elevati ma oggi le cose sono cambiate.

La pillola anticoncezionale moderna è sicuramente più leggera: comporta meno rischi ma la sua efficacia rimane comunque altissima. Tuttavia, bisogna ricordare che si tratta sempre di un farmaco e che richiede la prescrizione medica per poter essere acquistata. Alcuni ginecologi la prescrivono con troppa leggerezza, ma ci sono alcune cose che conviene sapere prima di iniziare ad assumere la pillola.

Pillola anticoncezionale: utilizzi

La pillola anticoncezionale viene quasi sempre prescritta perchè è la paziente stessa a richiederla. Si tratta di un metodo sicuro che permette di avere rapporti non protetti senza correre il rischio di una gravidanza non desiderata. Va sottolineato però che la pillola non protegge in alcun modo da tutti gli altri rischi che comporta un rapporto sessuale non protetto. Assumendo correttamente la pillola quindi la donna può evitare di rimanere incinta ma corre il rischio di contrarre malattie veneree come la gonorrea, il Papilloma virus, la candida, la sifilide, l’AIDS e via dicendo.

In alcuni casi però la pillola anticoncezionale può essere prescritta per curare determinate patologie tra cui l’endometriosi, la sindrome dell’ovaio policistico e la dismenorrea. Trattandosi di ormoni, può tornare utile anche per il trattamento dell’acne giovanile o in caso di mestruazioni particolarmente dolorose.

Meccanismo d’azione della pillola

Come funziona la pillola? In sostanza, questo farmaco inibisce gli eventi ormonali che fisiologicamente inducono l’ovulazione. Il blister contiene 21 pastiglie, che devono essere prese per 21 giorni ininterrottamente alla stessa ora del giorno. Terminato il blister (e quindi dopo 21 giorni di assunzione) la pillola deve essere sospesa per 1 settimana. In questi giorni compare il cosiddetto sanguinamento da sospensione ossia arrivano le mestruazioni (anche se non sono propriamente mestruazioni). Dopo 1 settimana esatta dalla sospensione si deve ricominciare un nuovo blister. L’efficacia vale per tutto il periodo (compresa la settimana di sospensione).

Controindicazioni e rischi da sapere

La pillola anticoncezionale è controindicata in alcuni pazienti, quindi è importante rivolgersi al proprio ginecologo e controllare che prescriva le analisi del sangue prima di dare il suo consenso all’assunzione della pillola. Si tratta pur sempre di un farmaco che contiene ormoni e in quanto tale non bisogna mai prenderla alla leggera. L’estrogeno contenuto nelle pillole (comprese quelle di ultima generazione) può rallentare la circolazione venosa e facilitare la formazione di coaguli e trombi. Per questo motivo, prima di prescrivere la pillola anticoncezionale il medico dovrebbe far fare alla paziente le analisi del sangue e accertarsi che non vi sia una predisposizione alla trombosi venosa.

Pillola anticoncezionale leggera e più sicura

YasminelleFortunatamente, al giorno d’oggi esistono delle pillole anticoncezionali che risultano più sicure di altre e quindi i rischi sono inferiori. Si tratta delle formulazioni che contengono levonorgestel e che paradossalmente sono quelle che da più anni si trovano in commercio. Al contrario, il rischio di trombosi venosa aumenta se l’estrogeno (ossia l’etinilestradiolo) è presente in concentrazioni maggiori. Sarebbe proprio quest’ultimo il responsabile del rallentamento della cicolazione. I nomi delle pillole anticoncezionali che al giorno d’oggi sono considerate più leggere e quindi meno rischiose sono diversi: Yasminelle e Minesse sono le più conosciute ma ce ne sono moltissime altre!

Conviene sempre chiedere consiglio al proprio medico e chiedere una soluzione con pochi effetti collaterali. Sicuramente saprà consigliare la pillola più adatta, anche perchè dobbiamo ricordare che ognuna ha delle caratteristiche personali che bisogna considerare.

Effetti collaterali da considerare

Per quanto riguarda i possibili effetti collaterali indotti dalla pillola anticoncezionale, il discorso è piuttosto complicato. Sicuramente scegliendo una soluzione leggera, anche le possibili problematiche si riducono ma non è detto che non si presentino! Tutto dipende da come reagisce il nostro corpo ai dosaggi ormonali, quindi non si possono escludere in nessun caso delle spiacevoli conseguenze.

Tra gli effetti collaterali più comuni della pillola anticoncezionale troviamo i seguenti:

  • Aumento di peso;
  • Gonfiore;
  • Ritenzione idrica e cellulite;
  • Vene varicose;
  • Trombosi.

Pillola anticoncezionale: costo

Il prezzo della pillola anticoncezionale può variare anche di parecchio a seconda della marca e della casa farmaceutica. Non è quindi possibile fare delle stime dei costi, ma sicuramente se consideriamo che si tratta di una terapia continuativa e che bisogna acquistare un blister al mese bisogna mettere in preventivo una certa spesa. A livello di prezzo, possiamo andare dai 10 ai 18 euro a blister e quelle più recenti hanno solitamente un costo inferiore.

Ti potrebbe interessare anche…