Piramide alimentare mediterranea: come leggerla per una dieta sana

0
413
Piramide-alimentare

La piramide alimentare è uno schema molto utile, che ci permette di comprendere quali siano gli alimenti più consigliati per mantenere uno stato di salute ottimale. Al giorno d’oggi i problemi ed i disturbi legati ad un’alimentazione scorretta e poco bilanciata sono in aumento: si assumono molti cibi spazzatura che rappresentano un rischio per la nostra salute. Seguendo lo schema della piramide alimentare possiamo tenere sotto controllo la nostra alimentazione e raggiungere il giusto equilibrio tra i vari nutrienti.

Esistono diversi tipi di schemi, ma in Italia la piramide alimentare mediterranea, promossa dal Ministero della Salute, è quella più consigliata. Negli ultimi anni ne sono state elaborate altre come quella vegetariana e vegana, ma in linea di massima la più completa ed ottimale rimane ancora la dieta mediterranea. Seguendo questo schema possiamo non solo prevenire patologie e disturbi legati strettamente all’alimentazione ma anche metterci al riparo da problemi cardiovascolari.

Piramide alimentare: cos’è

La piramide alimentare non è altro che uno schema, arricchito con immagini e con percentuali che ci semplificano la lettura rendendola particolarmente intuitiva. Lo schema ha proprio la forma di una piramide e al suo interno sono contenute le differenti classi di alimenti. Alla base (e quindi nella parte più ampia della piramide) troviamo i cibi che possono essere consumati con maggior frequenza, mentre al vertice quelli che non dovremmo mangiare spesso.

Piramide alimentare mediterranea

Piramide-alimentareLa piramide alimentare mediterranea è composta da 8 settori e leggerla è piuttosto semplice. Vediamo quali sono i cibi che possiamo consumare tutti i giorni, quelli che dovremmo mangiare solamente una volta a settimana e infine quelli che non dovremmo consumare più di una volta al mese.

Alimenti da consumare tutti i giorni

Alla base della piramide alimentare mediterranea troviamo quegli alimenti che possiamo mangiare tutti i giorni e anzi, dovremmo consumare quotidianamente, ossia:

  • Frutta a verdura (almeno 5 porzioni al giorno);
  • Pane, pasta, riso e cereali, patate (circa 4 porzioni al giorno);
  • Burro e olio extravergine di oliva (3 porzioni al giorno);
  • Latte, formaggi freschi e yogurt (2 porzioni al giorno).

Salendo lungo la piramide alimentare, troviamo gli alimenti che invece dovremmo mangiare meno frequentemente, distribuendoli nell’arco della settimana:

  • Carne di manzo (non più di 3 porzioni a settimana);
  • Carne bianca (non più di 3 porzioni a settimana);
  • Pesce (non più di 3 porzioni a settimana);
  • Formaggi stagionati o semi-stagionati (non più di 3 porzioni a settimana);
  • Legumi (3 porzioni a settimana).

Salendo ancora, troviamo gli alimenti che non dovremmo mangiare più di una volta alla settimana:

  • Carne di maiale, insaccati, wurstel, salsicce (non più di 1 porzione a settimana);
  • Uova (non più di una porzione a settimana).

Infine, al vertice della piramide alimentare troviamo quei cibi che dovremmo mangiare con moderazione ed in modo occasionale. Si tratta degli alimenti che fanno male se assunti in quantità eccessive ossia:

  • Dolci;
  • Cibo spazzatura (patatine fritte, bibite zuccherate, merendine confezionate, ecc.).

La nuova piramide alimentare mediterranea

Di recente, la classica piramide alimentare mediterranea è stata leggermente modificata, perchè alcuni alimenti sono stati rivalutati. I cambiamenti introdotti sono i seguenti:

  • Alla base della piramide è stata aggiunta l’acqua: mantenere il corpo idratatp è infatti sempre fondamentale;
  • Alla base della piramide è stato aggiunto anche l’esercizio fisico, perchè è stato ampiamente dimostrato come l’attività giochi un ruolo determinante per garantire uno stato di salute ottimale;
  • Il consumo di legumi e di pesce è stato leggermente aumentato, perchè questi cibi sono molto più salutari di quelli che compaiono nella loro stessa categoria. E’ quindi meglio privilegiare il pesce piuttosto che la carne;
  • Per quanto riguarda i carboidrati come pane e pasta, recenti studi hanno dimostrato che sarebbero da privilegiare quelli integrali perchè più salutari per l’organismo.

I benefici della piramide alimentare mediterranea

Seguire una dieta equilibrata e sana è fondamentale per prevenire moltissimi disturbi e patologie ma anche per sentirsi bene ed in forze. Al giorno d’oggi l’alimentazione è spesso scorretta ed è la causa di tanti problemi che vanno ad intaccare la qualità della vita. I benefici della dieta mediterranea sono moltissimi e tra i principali troviamo i seguenti:

  • Allunga la vita, perchè frutta e ortaggi sono ricchi di antiossidanti che rallentano l’invecchiamento cellulare;
  • Previene dal rischio di sviluppare alcuni tumori;
  • Previene il rischio di patologie cardiovascolari tra cui ipertensione, aterosclerosi, infarto, ictus, ecc.;
  • Previene il rischio di diabete e sindromi metaboliche;
  • Previene le patologie neurodegenerative come l’Alzheimer e la demenza senile.

Piramide alimentare per i bambini: cosa cambia?

Per la dieta dei bambini, la piramide alimentare è simile a quella degli adulti ma dipende tutto dall’età del piccolo. I neonati naturalmente hanno necessità del latte materno (o in assenza di questo del latte artificiale) nei primi mesi di vita. Una volta che avviene lo svezzamento però le regole rimangono pressochè invariate, con la differenza che gli alimenti posti al vertice della piramide sarebbero da evitare ed eventualmente introdurre con molta, molta calma.

Ti potrebbe interessare anche…



Loading...