Aureomicina: bugiardino, posologia, controindicazioni in gravidanza

0
4591
Aureomicina

Aureomicina è un antibiotico da applicare localmente: lo si può trovare sotto forma di unguento o di crema oftalmica ed è indicato per il trattamento delle infezioni che interessano la pelle o gli occhi. Trattandosi di un antibiotico, Aureomicina necessita della prescrizione medica: non si può acquistare senza ricetta anche perchè presenta delle controindicazioni e degli effetti collaterali da non trascurare. Questo medicinale è uno dei più diffusi per il trattamento delle infezioni cutanee o per la congiuntivite ma è sempre bene leggere il bugiardino per evitare spiacevoli manifestazioni. 

Aureomicina è piuttosto difficile da trovare sotto forma di farmaco generico: con questo nome è commercializzata dalla casa farmaceutica Torrinomedica. Tuttavia, il prezzo per la pomata da 3,5 g è intorno ai 4 euro quindi non è eccessivamente cara.

Aureomicina: indicazioni terapeutiche

Questo antibiotico contiene il principio attivo clorotetraciclina cloridrato ed è indicato per il trattamento delle infezioni che interessano la pelle o gli occhi. Nello specifico, Aureomicina viene prescritta generalmente per curare i seguenti disturbi:

  • Piodermite (infezione della pelle di origine batterica che produce pus);
  • Infezioni caratterizzate dalla presenza di pustole, vescicole e crosticine;
  • Infezioni cutanee locali;
  • Congiuntivite;
  • Infezioni che colpiscono le palpebre.

Controindicazioni ed avvertenze

Aureomicina è controindicata e quindi non può essere utilizzata nei seguenti casi:

  • Pazienti con ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti contenuti nel medicinale;
  • Bambini e ragazzi di età inferiore ai 18 anni.

Interazione con altri farmaci

Questo antibiotico sembra essere piuttosto sicuro e non esistono dati che evidenziano la possibilità di interazioni con altri medicinali. E’ comunque sempre consigliato informare il medico o il farmacista qualora si stessero assumendo altri farmaci in concomitanza con la terapia a base di Aureomicina. Trattandosi di una pomata ad uso topico, comunque, è molto difficile che possano insorgere interazioni.

Posologia: come e quando applicare Aureomicina

Aureomicina è un antibiotico che richiede la ricetta medica: sarà quindi il medico ad indicare quantità e modalità di applicazione secondo la gravità dell’infezione. In tutti i casi, nel bugiardino sono indicati i dosaggi massimi giornalieri, che sarebbe sempre bene rispettare per evitare l’insorgere di effetti collaterali indesiderati o sovraddosaggi.

Aureomicina va applicata una o più volte al giorno secondo le indicazioni del medico. L’unguento deve essere spalmato direttamente sulla zona interessata mediante l’utilizzo di una garza sterile e tenuto coperto fino al completo assorbimento. La pomata oftalmica invece deve essere applicata nell’occhio facendo attenzione a farla assorbire.

Effetti collaterali indesiderati

Gli effetti collaterali indesiderati che possono comparire in seguito all’utilizzo di questo antibiotico per uso topico sono molto scarsi. In alcuni casi però potrebbero manifestarsi dei sintomi gravi. E’ quindi importante interrompere immediatamente il trattamento con Aureomicina e rivolgersi al medico qualora comparissero i seguenti effetti collaterali gravi, che potrebbero dipendere da un’allergia al farmaco: 

  • Irritazione e rossore nella zona interessata dal trattamento;
  • Bruciore, anche molto forte.

Aureomicina in gravidanza e allattamento

Aureomicina non è controindicata in gravidanza o nel periodo dell’allattamento, perchè trattandosi di un medicinale ad uso topico l’assorbimento da parte dell’organismo è minimo. Se quindi la pomata viene prescritta per il trattamento di una piccola parte del corpo, non c’è nulla da temere perchè non esiste alcun rischio concreto per il feto. In tutti i casi, durante il periodo della gravidanza e dell’allattamento è bene consultare sempre il medico e limitare al minimo qualsiasi tipo di farmaco. Anche Aureomicina quindi deve essere assunta solo se strettamente necessario.

Aureomicina nei bambini: è sicura?

AureomicinaNonostante alcuni pediatri prescrivano Aureomicina anche ai bambini, va precisato che come scritto nel foglietto illustrativo questo farmaco non è da considerarsi sicuro nei bambini e nei ragazzi di età inferiore ai 18 anni. Questo perchè non esistono prove evidenti del fatto che sia innocuo in questo fascia d’età. Per evitare quindi possibili rischi è sempre meglio evitare di somministrare questa pomata ai più piccoli e cercare insieme al pediatra delle alternative appositamente pensate e sicure al 100%.

Aureomicina funziona? Le opinioni dei pazienti

Leggendo le opinioni dei pazienti nei vari forum, sia l’unguento che la crema oftalmica sembrano essere molto efficaci per il trattamento delle infezioni. Naturalmente, trattandosi di un antibiotico, Aureomicina deve essere utilizzata per qualche giorno prima di poterne valutare gli effettivi benefici. Fortunatamente però, essendo una crema da applicare per uso topico e quindi non un medicinale da assumere per via orale, Aureomicina presenta pochissimi effetti collaterali ed è quindi piuttosto sicura. In caso di infezioni cutanee o di congiuntivite questo medicinale si è dimostrato efficace e viene impiegato ormai da moltissimo tempo quindi è anche conosciuto. Si tratta di una soluzione che può essere sicuramente utile e al tempo stesso vantaggiosa perchè evita la somministrazione di farmaci per via orale, che sicuramente presenterebbero molti più effetti indesiderati e controindicazioni. Aureomicina è quindi consigliata anche dai medici, perchè efficace e al tempo stesso sicura e quasi del tutto priva di rischi.

Ti potrebbe interessare anche…


Loading...