Zimox: un antibiotico sicuro ed efficace per adulti e bambini

0
19955
Zimox

Zimox è un antibiotico molto diffuso, a base di penicillina e con funziona antibatterica. Questo farmaco contiene il principio attivo amoxicillina ed è indicato per il trattamento di diverse infezioni ma bisogna prestare attenzione: alcuni pazienti sono infatti allergici alla penicillina ed in tal caso non possono assumere Zimox ma devono sostituirlo con altre tipologie di antibiotici (come ad esempio claritromicina).

Zimox: indicazioni terapeutiche

Zimox è un farmaco che viene prescritto molto di frequente. Si tratta infatti di uno degli antibiotici più diffusi ed è impiegato per il trattamento di diversi tipi di infezioni da germi sensibili all’amoxicillina:

  • Infezioni post-operatorie;
  • Infezioni delle vie respiratorie (acute o croniche);
  • Infezioni dell’apparato urinario e genitale;
  • Infezioni otorinolaringoiatriche;
  • Infezioni della pelle e dei tessuti molli;
  • Infezioni enteriche e biliari;
  • Infezioni stomatologiche;
  • Infezioni da Helicobacter Pylori.

Zimox può essere utilizzato per trattare le infezioni anche nei neonati e nei bambini: in questo caso esistono formulazioni appropriate da somministrare seguendo la posologia consigliata dal pediatra. Tra poco vedremo anche come calcolare le dosi corrette da somministrare ai bambini, in modo da evitare di commettere errori e non fare danni.

Zimox e mal di denti

In caso di ascessi dentali o altre problematiche relative al cavo orale che provocano mal di denti, Zimox viene spesso prescritto ma è bene fare qualche precisazione. Questo è un antibiotico e può quindi risultare utile per il trattamento o la prevenzione di infezioni dentali. Il dolore deve essere trattato con un farmaco più specifico ossia un antidolorifico come Synflex perchè l’antibiotico non ha effetti analgesici. Certo, curando l’infezione anche il dolore si attenua nel giro di alcuni giorni, ma è bene ricordare che un antibiotico non ha la stessa funzione di un antidolorifico.

Controindicazioni ed avvertenze

Zimox è controindicato e quindi non può essere assunto nei seguenti casi:

  • Pazienti con ipersensibilità al principio attivo amoxicillina o ad uno qualsiasi degli eccipienti contenuti nel medicinale;
  • Pazienti con ipersensibilità e allergia alle penicilline e alle cefalosporine;
  • Pazienti affetti da mononucleosi infettiva;
  • Pazienti con infezioni dovute da batteri produttori di penicillinasi.

Va detto inoltre che Zimox può essere assunto dalle donne in gravidanza e dai neonati solamente in caso di effettiva necessità. In tal caso i pazienti devono essere monitorati, per evitare il manifestarsi di reazioni avverse che potrebbero provocare complicazioni.

Interazione con altri farmaci

Zimox può avere interazioni con altri medicinali, che possono alterarne l’effetto o viceversa. Per questo motivo è sempre importante informare il medico o il farmacista qualora si stessero assumendo altri farmaci e in particolare:

  • Penicillina G e cefalosporine;
  • Contraccettivi orali come la pillola (Zimox potrebbe ridurne l’efficacia);
  • Allopuritolo (potrebbero comparire più rash cutanei);
  • Probenecid;
  • Acido acetilsalicilico (Aspirina) e altri antinfiammatori.

Modi e tempi di somministrazione

Zimox è un antibiotico che richiede la prescrizione medica per poter essere assunto. Per questo motivo è importante attenersi alle indicazioni fornite dallo specialista, sulla base della gravità dell’infezione e della storia clinica del paziente. Nel foglietto illustrativo del farmaco è comunque indicata la posologia consigliata, sia nei pazienti adulti che in quelli in età pediatrica. 

Posologia consigliata negli adulti:

  • Compresse o compresse masticabili da 1 g: 1 compressa 2 volte al giorno;
  • Capsule rigide da 500 mg: 1 capsula 3 volte al giorno.

Posologia consigliata nei neonati e nei bambini:

  • Polvere per sospensione orale: 40-90 mg/Kg/die suddivisi in 3 somministrazioni ogni 8 ore;
  • Gocce orali: 40-90 mg/kg/die suddivisi in 3 somministrazioni ogni 8 ore.

Preparare la giusta dose di antibiotico da somministrare ai bambini non è sempre facilissimo e poichè si tratta di un farmaco conviene sempre prestare una certa attenzione. In questo video una dottoressa ci illustra come fare per evitare di commettere errori e facilitare la procedura:

Per quanti giorni deve essere preso Zimox?

Trattandosi di un antibiotico, Zimox deve essere assunto per almeno 5 giorni consecutivi: anche se i sintomi dovessero scomparire è importante continuare a prendere il medicinale per ottenere la copertura e la guarigione complete. Questo discorso vale per tutti gli antibiotici: sono infatti farmaci che prevedono una terapia e se la si interrompe prima dei tempi indicati la cura potrebbe risultare del tutto inefficace.

Effetti collaterali indesiderati

Come tutti i medicinali, anche Zimox può avere degli effetti collaterali indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano.

Effetti indesiderati comuni (almeno 1 paziente su 100)

Effetti indesiderati non comuni (almeno 1 paziente su 1.000)

Effetti indesiderati rari (almeno 1 paziente su 10.000)

  • Angioedema;
  • Dermatite esfoliativa;
  • Sindrome di Lyell;
  • Eritema multiforme;
  • Anemia;
  • Leucopenia;
  • Reazioni anafilattiche (ipotensione improvvisa, aritmia cardiaca, perdita di coscienza, ansia, difficoltà nella respirazione, prurito su piedi e mani, orticaria, agitazione, vertigini, spossatezza);
  • Stomatite, glossite e colite pseudomembranosa;
  • Nefrite interstiziale acuta;
  • Mal di testa;
  • Vertigine;
  • Disfunzionalità epatica.

Se dovessero manifestarsi degli effetti collaterali è importante rivolgersi al medico per appurare la gravità di queste manifestazioni ed eventualmente modificare la terapia antibiotica con un altro medicinale privo di penicilline. Non è raro che i pazienti manifestino allergia a Zimox, quindi in caso di comparsa di sintomi associati ad ipersensibilità come angioedema o reazioni cutanee conviene sospendere il trattamento.

Il rispetto della posologia consigliata è importante per prevenire gli effetti collaterali che abbiamo appena descritto.

Zimox e Augmentin: stesso principio attivo ma qualche differenza

Amoxicillina-genericoZimox è un antibiotico a base di amoxicillina, lo stesso principio attivo che si trova anche in un altro famoso antibiotico ossia nell’Augmentin. Quest’ultimo viene spesso considerato un’alternativa identica a Zimox e all’Amoxicillina in generale, ma in realtà Augmentin contiene una molecola in più che fa in alcuni casi la differenza. Questo antibiotico contiene anche acido clavulanico, una sostanza che lavora in sinergia con l’amoxicillina e interviene quando il principio attivo non è in grado, da solo, di combattere l’infezione.

In sostanza quindi, Augmentin dovrebbe essere prescritto solamente nell’eventualità che la terapia con Zimox risulti non efficacie. Al giorno d’oggi questo antibiotico viene spesso prescritto preventivamente, perchè ritenuto più sicuro ed efficace rispetto a Zimox ed Amoxicillina. E’ bene sapere, però, che risulta leggermente più forte e di conseguenza anche gli effetti collaterali potrebbero essere maggiori.

In tutti i casi, Augmentin, Zimox e il generico Amoxicillina sono antibiotici assimilabili, tutti contenenti lo stesso principio attivo e tutti a base di penicillina. Tra l’uno e l’altro cambia quindi ben poco.

Zimox in gravidanza: è sicuro?

Durante il periodo della gravidanza andrebbero evitati tutti i medicinali, per una questione di maggior sicurezza. Tuttavia, fortunatamente Zimox è uno degli antibiotici più sicuri per le donne incinte e viene spesso prescritto in caso di infezione o di altre patologie che richiedano questo tipo di trattamento. Se quindi il medico prescrive Zimox durante la gravidanza si può stare del tutto tranquille perchè non i rischi sono davvero minimi e a dirla tutta sarebbe più pericoloso non curare un’infezione. Naturalmente, se non strettamente necessario vale il discorso fatto per tutti i farmaci: meno se ne assumono e meglio è, ma in caso di necessità effettiva non c’è nulla di cui preoccuparsi!

Zimox può essere assunto anche durante l’allattamento, ma in tal caso conviene sempre valutarne l’effettiva necessità.

Ricordiamo che questo antibiotico contiene amoxicillina e quindi penicilline. Sono diversi i pazienti che risultano allergici a questo principio attivo, quindi conviene sempre prestare una certa attenzione e segnalare immediatamente eventuali effetti collaterali indesiderati.

Ti potrebbe interessare anche…


Loading...