Creatinina alta o bassa: cos’è, quali sono i valori e quando preoccuparsi

0
1692
Creatinina

La creatinina è una sostanza di scarto, che viene prodotta attraverso il metabolismo della creatina ossia di una sostanza di fondamentale importanza per i muscoli. La creatina, che può essere assunta attraverso integratori alimentari, viene assorbita appunto dall’apparato muscolare ma una piccola parte viene convertita in creatinina. Questa, a sua volta, va a finire nel sangue, viene filtrata dai reni e infine espulsa dall’organismo attraverso l’urina. La creatinina viene impiegata come marcatore per verificare lo stato di salute dei reni: se infatti i valori di questa sostanza del sangue o nelle urine dovessero risultare alterati, significa che qualcosa a livello renale non funziona come dovrebbe. 

Se quindi dalle analisi del sangue o delle urine risultano dei valori di creatinina fuori dalla norma, è importante effettuare i dovuti esami diagnostici per verificare lo stato di salute dei reni.

Creatinina: cos’è e perchè è importante

Come abbiamo appena accennato, la creatinina in sé non è una sostanza importante per il nostro organismo perchè si tratta di un prodotto di scarto. Viene prodotta dal metabolismo della creatina, ma deve essere interamente scartata attraverso i reni. Risulta utile per verificare lo stato di salute dei reni e da questo punto di vista assume una grandissima importanza. Ai fini diagnostici, la misurazione di questa sostanza può essere effettuata sia nel sangue che nelle urine: come vedremo tra poco una concentrazione troppo elevata nel sangue potrebbe indicare patologie renali anche molto gravi.

Clearance della creatinina: perchè viene misurata nel sangue e nelle urine

CreatininaLa misura di questa sostanza a fini diagnostici può avvenire in due modalità, che spesso vengono associate nel test chiamato clearance della creatinina che comprende le analisi del sangue (creatinemia) e la creatininuria delle 24 ore (ossia la coltura delle urine). La misura di questi valori in un determinato intervallo di tempo consente di calcolare quanto plasma viene filtrato a livello renale in ogni minuto. In sostanza, grazie a questo test è possibile misurare sia la quantità di creatinina che viene assorbita dal sangue sia la quantità che viene invece espulsa attraverso le urine. Poichè i reni dovrebbero filtrare completamente il sangue dalla creatinina, qualora i due valori non dovessero coincidere significa che questi organi non funzionano a dovere. La quantità quindi di questa sostanza trovata nelle urine, confrontata con quella presente nel sangue, è un marcatore di funzionalità renale importante.

Creatinina: valori normali di riferimento

Valori nel sangue

Per quanto riguarda le analisi del sangue, i valori di questa sostanza dipendono da diversi fattori tra cui età, sesso, peso e massa muscolare. Generalmente la concentrazione di questa sostanza a livello ematico è maggiore negli uomini ed i valori normali variano da 0,6 mg/dl a 1,3 mg/dl. 

Valori clearance della creatinina

Generalmente, quando si sospetta una patologia o un’insufficienza renale viene effettuato come abbiamo appena visto il test della clearance di creatinina che comprende sia le analisi del sangue che quelle delle urine. Anche in questo caso tra donna e uomo esistono delle variazioni piuttosto significative. I valori considerati normali sono i seguenti:

  • Tra 85 e 130 ml/minuto nelle donne;
  • Tra 96 e 140 ml/minuto negli uomini.

Se i valori della clearance dovessero risultare inferiori, significa che il paziente soffre di insufficienza renale o comunque di una ridotta funzionalità dei reni.

Creatinina alta: le possibili cause

Se la creatinina nel sangue dovesse risultate superiore alla norma, le cause potrebbero essere di varia natura ma interessano in tutti i casi i reni perchè sono gli unici a filtrare questa sostanza. Se quindi la sostanza risulta presente in quantità maggiori nel sangue significa che i reni non svolgono il loro compito come dovrebbero e quindi potrebbero essere affetti da qualche patologia o disfunzione.

Tra le patologie renali che vengono diagnosticate mediante la misura della creatinina troviamo le seguenti:

Va precisato che in alcuni casi anche l’assunzione di determinati farmaci può provocare un aumento della creatinina nel sangue. Per questo motivo viene spesso consigliato il test della clearance e in caso di esiti dubbi viene ripetuto l’esame.

Creatinina bassa: le possibili cause

Se dalle analisi del sangue emerge una situazione di creatinina bassa, le cause potrebbero essere di varia natura e in questo caso non c’è molto di cui preoccuparsi. La produzione di questa sostanza è legata, come abbiamo visto, al metabolismo della creatina la quale è fondamentale per l’apparato muscolare. In alcune situazioni di debolezza o vecchiaia potrebbe quindi verificarsi una diminuzione nel sangue. Questo può avvenire in particolare nelle seguenti situazioni:

  • Donne in gravidanza, specialmente nel primo trimestre;
  • Diminuzione della massa muscolare;
  • Invecchiamento;
  • Dieta povera di proteine.

La creatinina bassa può in alcuni casi dipendere anche da alcune patologie quali:

  • Anemia;
  • Leucemia;
  • Ipotiroidismo;
  • Distrofia muscolare.

A livello generale, la c. alta è considerata una condizione diagnostica più grave rispetto a quella bassa.

Ti potrebbe interessare anche…