Urea: cos’è e perchè viene misurata con le analisi di sangue e urine

0
178
Urea

L’urea è una molecola prodotta dal fegato e dai reni durante l’ultima fase del ciclo dell’urea, durante il quale l’ammoniaca viene trasformata in questa sostanza affinchè possa essere eliminata dall’organismo. La sua presenza nel sangue o nelle urine viene misurata solitamente per valutare la presenza di un danno a livello renale, ma in verità se i valori risultano alterati potrebbero significare anche altre problematiche che non hanno nulla a che vedere con i reni. Se l’urea nel sangue o nelle urine non rientra in quelli che sono ritenuti i valori normali, il paziente potrebbe soffrire di altri disturbi tra cui l’ipertiroidismo o l’insufficienza cardiaca congestizia. Va però detto che anche una dieta iperproteica potrebbe provocare delle alterazioni, quindi bisogna considerare anche altri valori prima di effettuare una diagnosi certa.

Urea: cos’è e perchè è importante misurarne i valori

L’urea è una molecola che viene prodotta principalmente nel fegato e in piccola parte nei reni. Come abbiamo accennato, la sintesi di questa sostanza avviene durante il ciclo dell’urea a partire dall’ammoniaca. L’urea è presente, in quantità differenti, sia nel sangue che nell’urina: dopo essere stata sintetizzata nel fegato, raggiunge i reni attraverso la circolazione sanguigna e da qui viene eliminata con l’urina. In caso di disturbi a livello renale, si possono riscontrare quantità di urea nel sangue superiori alla norma, mentre nelle urine le quantità tendono ad essere basse. Al contrario, concentrazioni elevate di urea nelle urine possono dipendere da un eccesso di proteine assunte con la dieta, ipertiroidismo o stati post-operatori.

Urea nel sangue: valori e significato

Urea-altaNella maggior parte dei casi, per valutare l’eventuale presenza di disturbi a livello renale l’urea viene misurata nel sangue. Se i valori sono alti, potrebbero essere associati ad un’insufficienza renale ma anche ad altri disturbi. Se al contrario sono inferiori alla norma destano meno preoccupazioni e potrebbero dipendere dall’alimentazione.

Urea nel sangue: i valori normali

I valori considerati normali nel sangue sono generalmente i seguenti, ma è sempre bene controllare le soglie indicate dal laboratorio di analisi:

  • Valori normali di urea negli uomini: 18-45 mg/dl
  • Valori normali di urea nelle donne: 15-42 mg/dl

Urea nel sangue alta: le possibili cause

Se nel sangue vengono riscontrati valori elevati e quindi superiori ai 42-45 mg/dl le cause potrebbero essere da imputare a diverse patologie:

Urea nel sangue bassa: le possibili cause

Qualora al contrario i valori risultassero inferiori a quelli soglia, solitamente non sono imputabili ad una patologia ma piuttosto ad una dieta poco equilibrata. Le possibili cause di valori bassi nel sangue sono:

  • Dieta eccessivamente ricca di proteine o di liquidi;
  • Malnutrizione;
  • Malattie da malassorbimento;
  • Alcolismo;
  • Gravidanza;
  • Morbo di Simmonds;
  • Patologie epatiche gravi.

Urea nelle urine: valori e significato

L’urea nelle urine viene misurata per valutare la presenza di un danno renale (anche se questo esame da solo non è utile per la diagnosi) o di malattie infettive.

Urea nelle urine: i valori normali

I valori considerati normali nelle urine delle 24 ore sono uguali sia nell’uomo che nella donna, ma è sempre bene controllare le soglie indicate dal laboratorio di analisi. Generalmente, questa sostanza nelle urine dovrebbe essere presente in quantità comprese tra i 10 ed i 30 g.

Urea nelle urine alta: le possibili cause

Qualora i valori risultassero superiori a quelli normali, le cause potrebbero dipendere da fattori anche molto diversi:

  • Dieta eccessivamente ricca di proteine;
  • Ritenzione idrosalina;
  • Patologie a carico del fegato;
  • Anemia perniciosa;
  • Intossicazione da ferro ed arsenico.

Urea nelle urine bassa: le possibili cause

Qualora al contrario i valori risultassero inferiori a quelli ritenuti normali, potrebbero essere coinvolti anche i reni ma anche in questo caso le possibili caue sono diverse:

  • Dieta eccessivamente ricca di proteine;
  • Insufficienza renale;
  • Patologie del fegato gravi;
  • Ipotiroidismo;
  • Morbo di Simmonds.

Va precisato che gli esami delle urine da soli non sono sufficienti in questo caso per la diagnosi di patologie a carico del fegato e dei reni. Inoltre spesso conviene ripetere gli esami delle urine, perchè se la raccolta non viene effettuata correttamente potrebbero essere rilevati degli errori da parte del laboratorio.

Quando l’urea è un indicatore di insufficienza renale

Insufficienza-renaleCome abbiamo visto, spesso questa sostanza collegata ad una compromessa funzionalità dei reni e quindi ad un’insufficienza renale che può essere acuta oppure cronica. Si tratta di una patologia che non sempre è facile da riconoscere perchè si presenta con dei sintomi che potrebbero essere riconducibili ad altri disturbi. I pazienti affetti da insufficienza renale possono manifestare inappetenza e perdita di peso, spossatezza, nausea e problemi gastrointestinali, gonfiore agli arti, crampi o spasmi muscolari, cambiamenti nella minzione…continua a leggere

Ti potrebbe interessare anche…



Loading...