Dolore fianco sinistro: un sintomo per più cause

0
7505
Dolore-fianco-sinistro

Il dolore fianco sinistro è uno sintomo molto comune che, essendo associabile a più problemi di varia natura ed entità, non risulta in genere molto utile ai fini diagnostici. Un dolore di questo tipo che, com’è facile immaginare, si può presentare con intensità e durata e in forma molto diversa. Chi arrivi in pronto soccorso o in guardia medica con un dolore al fianco sinistro, insomma, non è raro che venga sottoposto ad analisi più approfondite del solo esame obiettivo che possano dare una risposta più certa rispetto alle cause.

Dolore al fianco sinistro: scoprire di che tipo per scoprire da cosa dipende

Come certa medicina narrativa raccomanda, può essere utile innanzitutto farsi descrivere dal paziente di che tipo di dolore si tratta. A seconda che sia più o meno lieve, che duri qualche frazione di secondo o interi minuti, che sia intermittente o continuo e che sia più simile a una fitta, a crampi e spasmi o, ancora, a un semplice fastidio, ci si può già indirizzare verso l’ipotesi diagnostica più probabile. Va fatta una distinzione, poi, rispetto all’area d’insorgenza del dolore al fianco sinistro. Com’è noto, infatti, il torace è molto ampio e racchiude organi diversi: un dolore al fianco, quindi, può essere la spia dello scorretto funzionamento di uno di questi. È essenziale, perciò, distinguere in primis se la sensazione di dolore provenga dalla parte alta o da quella bassa dell’addome.

Dolore-fianco-sinistro-schiena

  • Nel caso di dolore al fianco sinistro che coinvolga soprattutto la parte superiore dell’addome è lecito pensare per lo più a disfunzioni a livello dell’apparato digerente o cardio-respiratorio. Si tratta di condizioni patologiche che possono essere molto semplici, come nel caso della presenza di gas all’interno dello stomaco, o anche se più serie facilmente risolvibili – è il caso dei calcoli renali per cui esistono ormai numerose opzioni chirurgico-farmacologiche. Non sono da escludere, però, automaticamente condizioni più serie come pancreatiti, volvolo gastrico o del colon traverso (volgarmente, un pericoloso “attorcigliamento” delle viscere), polmoniti, forme tumorali in genere a carico di colon o pancreas o aneurismi dell’aorta che possono avere come sintomo iniziale, unico o associato ad altri, un dolore simile.
  • Anche se il dolore al fianco sinistro è localizzato nella parte inferiore dell’addome, le cause possono essere delle più varie. Si va dalla semplice costipazione all’occlusione intestinale e le coliti anche di natura cronica. Non sono da escludere, però, patologie più gravi come il morbo di Crohn, la diverticolite o la presenza di ernie E anche una serie di problemi ginecologi come cisti ovariche, endometriosi e persino gravidanze ectopiche possono avere come primi sintomi un dolore al fianco.

Radiografie, ecografie, esami del sangue specifici o urinocoltura, endoscopie o gastroscopie sono, insomma, tra gli esami che dovrebbero essere prescritti nel caso in cui sia necessario accertare la vera origine di un dolore al fianco sinistro. Non esiste, del resto, un trattamento ad hoc: “curare” un dolore di questo tipo, che può essere certo opportunamente calmato per via farmacologica, significa curarne le cause.