Emoglobina Glicata: cos’è, quali sono i valori normali della glicemia e come abbassarla

0
2750
Emoglobina-glicata

L’emoglobina glicata è l’emoglobina legata a molecole di glucosio e viene misurata per valutare qual è l’andamento medio della glicemia nell’ultimo periodo (generalmente negli ultimi 2 mesi). Si tratta di un valore molto importante, che viene analizzato nei pazienti affetti da diabete per verificare l’andamento dell’indice glicemico, ma che può rappresentare anche una spia per la diagnosi di questa malattia. Se l’emoglobina glicata risulta alta quindi significa che il paziente è affetto da diabete, mentre se è più bassa del normale potrebbe essere il sintomo di patologie differenti tra cui anemia o leucemia.

Emoglobina Glicata: cos’è e come si misura

Emoglobina-glicataL’emoglobina glicata, come abbiamo già accennato, non è altro che l’emoglobina legata a molecole di glucosio. Quando i livelli di glucosio rimangono elevati per un determinato periodo di tempo, l’emoglobina presente nei globuli rossi inizia a diventarne satura e prende il nome di emoglobina glicata appunto.

Questo valore viene misurato in laboratorio con le analisi del sangue specifiche: negli esami di routine non lo si trova ma deve essere il medico a prescriverlo.

I valori normali nel sangue

Come abbiamo detto, l’emoglobina glicata viene misurata sia per controllare l’andamento dell’indice glicemico nei pazienti affetti da diabete sia per diagnosticare questa malattia in soggetti che presentano sintomi sospetti. I valori normali di riferimento cambiano a seconda del caso:

  • Nei pazienti affetti da diabete, i valori ottimali sono compresi tra 48 mmol/mol e 59 mmol/mol;
  • Nei pazienti non affetti da diabete, i valori di emoglobina glicata dovrebbero rimanere inferiori ai 42 mmol/mol. Se superano tale limite, si può parlare di diabete.

Naturalmente, i valori considerati normali possono subire alcune piccole variazioni a seconda del laboratorio e delle caratteristiche di ogni paziente. E’ quindi sempre meglio accertare con il proprio medico quali siano i valori ottimali.

Emoglobina glicata alta: cause e come abbassarla

Se le analisi del sangue mettono in evidenza una situazione di emoglobina glicata alta, significa che con ogni probabilità si è affetti da diabete. E’ sempre consigliabile ripetere il test una seconda volta, in modo da avere una maggior sicurezza per la diagnosi. Le cause di un innalzamento di questi valori nel sangue sono nella stragrande maggioranza dei casi imputabili al diabete. Esistono però altre condizioni che possono provocare un aumento dell’emoglobina glicata nel sangue ossia:

Per abbassare i valori di emoglobina glicata, non ci sono moltissime alternative. Una volta accertata la causa, occorre intervenire con una terapia mirata, che può essere contro il diabete ma anche contro altre patologie scatenanti. Naturalmente, anche la dieta deve essere modificata e gli zuccheri dovrebbero essere quasi completamente eliminati.

Emoglobina glicata alta? La dieta da seguire

Per abbassare i valori di glicemia nel sangue è importantissimo seguire una dieta specifica per diabetici: questo è senza dubbio il primo passo per migliroare le condizioni di salute e prevenire patologie anche molto gravi. La dieta ideale per coloro che hanno l’emoglobina glicata alta è priva di dolci e di alcolici, ma alcuni carboidrati vanno mantenuti nell’alimentazione e tra questi troviamo la pasta. 

Esiste poi un trucco, che sarebbe quello di iniziare il pranzo o la cena con un antipasto proteico (del parmigiano oppure delle uova sode): questo aiuterebbe moltissimo ad abbassare i picchi di glicemia. Per quanto riguarda il condimento, come in tutte le diete sane l’olio extravergine di oliva è da privilegiare ed è anche l’unico che non fa male.

Emoglobina glicata bassa: cause

Avere l’emoglobina glicata bassa generalmente è indice di buona salute: i pazienti che presentano valori bassi hanno meno probabilità di ammalarsi di diabete. Tuttavia, esistono anche determinate patologie che possono provocare un abbassamento esagerato di questi valori quindi è sempre meglio tenerli monitorati. Valori troppo elevati potrebbero quindi essere il sintomo delle seguenti malattie:

  • Anemia cronica;
  • Leucemia;
  • Emorragia recente.

Emoglobina glicata in gravidanza e diabete gestazionale

Durante il periodo della gravidanza, alcune donne sono a rischio di sviluppare il cosiddetto diabete gestazionale. Si tratta di una forma di diabete che non ha nulla a che fare con le forme normali e che si può presentare solamente nel periodo della gestazione. Anche se il diabete gestazionale è una patologia che si può tenere facilmente sotto controllo con la dieta, non deve essere trascurata e per questo motivo le donne incinte devono sottoporsi al test dell’emoglobina glicata.

Il diabete gestazionale non è altro che un’alterazione del metabolismo del glucosio che viene sempre diagnosticata per la prima volta in gravidanza. Non comporta grandi rischi, ma solo perchè può essere tenuto sotto controllo attraverso la dieta. Se però non siamo consapevoli di essere affetti da questa patologia potremmo provocare danni sia al nostro organismo che al feto. Il test dell’emoglobina glicata è quindi caldamente raccomandato in gravidanza, per prevenire problemi e disturbi alla madre e al feto.

Ti potrebbe interessare anche…


Loading...