Massoterapia: cos’è, a cosa serve e quando risulta efficace

0
710
Massoterapia

La massoterapia è una pratica riabilitativa e preventiva basata essenzialmente sul massaggio. Trova applicazione sia in ambito clinico, per curare alcune patologie che colpiscono l’apparato muscolo-scheletrico, sia in ambito estetico per trattare ad esempio il problema della cellulite. Quando parliamo di massoterapia facciamo sempre riferimento ad una pratica codificata: per poterla praticare occorre essere in possesso di un titolo di studio specifico. Sebbene quindi si tratti di una disciplina che si fonda sul massaggio, solo un professionista esperto e in grado di applicare le varie tecniche specifiche è in grado di fornire un valido aiuto.

Come vedremo tra poco, non sono molte le differenze tra fisioterapia e massoterapia: entrambe queste pratiche si fondano sul massaggio ma non sono proprio la stessa cosa. In molti casi il massoterapista è più indicato, mentre in altri risulta più utile l’intevento del fisioterapista.

Massoterapia: cos’è e come funziona

Massoterapia-significatoCome abbiamo appena accennato, la massoterapia è una pratica riabilitativa e preventiva che viene impiegata in diversi ambiti: da quello clinico a quello sportivo ed estetico. Si fonda sull’utilizzo di varie tecniche di massaggio, le quali sono principalmente concentrate sull’apparato muscolo-scheletrico ma non solo. Nel caso della cellulite, ad esempio, sono essenzialmente i vasi sanguigni e gli strati superficiali della pelle ad essere interessati dal massaggio.

La massoterapia, indipententemente dai suoi impieghi, è comunque una pratica codificata che viene svolta esclusivamente da professionisti in possesso dello specifico titolo di studio. Anche un fisioterapista potenzialmente può praticare il massaggio massoterapico, ma solitamente queste due aree rimangono distinte perchè prevedono delle specializzazioni differenti.

Indicazioni terapeutiche della massoterapia

In ambito clinico la massoterapia è indicata per risolvere i seguenti disturbi:

  • Contrazioni muscolari;
  • Dolori muscolari o articolari;
  • Contratture tendinee;
  • Stress psicofisico, che si manifesta con ansia, depressione, ecc.;
  • Ritenzione idrica e cellulite.

Come abbiamo detto però, questa pratica può tornare utile anche per gli sportivi che devono sottoporsi ad allenamenti intensi o sforzi particolari. Il massaggio infatti favorisce il recupero ed il rilassamento dei muscoli dopo che questi sono stati messi a dura prova.

Come si svolge una seduta di massoterapia

Un ciclo di massoterapia solitamente prevede dalle 5 alle 10 sedute, della durata di 30 minuti ciascuna anche se in alcuni casi sono sufficienti 10 minuti. Prima di iniziare la terapia, viene definita l’anamnesi del paziente per comprendere su quali aree del corpo intervenire e quale sia la problematica da risolvere. Il paziente viene quindi fatto spogliare e stendere sul lettino, mentre il massoterapista inizia il massaggio spesso con l’ausilio di un olio o di una crema. La massoterapia non necessita di alcuna preparazione da parte del paziente.

Le varie tecniche di massoterapia

Come abbiamo già accennato, questa terapia può essere effettuata con diverse tecniche specifiche, ognuna delle quali è finalizzata ad ottenere dei risultati differenti.

La tecnica dello sfioramento

Questa tecnica viene sempre effettuata ad inizio e a fine seduta e serve per preparare il corpo ai massaggi successivi. Consiste in un leggero sfioramento della pelle con le mani.

La tecnica dello sfregamento

Questa è la tecnica che solitamente segue quella dello sfioramento e ha la stessa funzione ossia quella di preparare il corpo al vero e proprio massaggio. Prevede che venga esercitata una pressione maggiore, ma sempre in modo delicato.

La tecnica della frizione

La frizione prevede che il terapeuta eserciti una leggerissima pressione, ma con le mani sempre a contatto con la pelle del paziente. In questo modo viene prodotto un certo calore, in grado di agire sugli strati superficiali ma anche su quelli più profondi del corpo.

La tecnica dell’impastamento

Questa tecnica viene utilizzata in caso di dolori o contratture muscolari e consiste nel sollevare e spostare leggermente di lato i muscoli, proprio come se si stesse impastando.

La tecnica della pressione

Esercitando una certa pressione attraverso le mani si può migliorare la pressione sanguigna e favorire il riassorbimento di eventuali gonfiori.

La tecnica della percussione

La tecnica della percussione consiste in un picchiettamento della pelle che viene effettuato con le mani. Questa tecnica viene impiegata in caso di contratture o dolori muscolari, ma anche per una stimolazione del sistema nervoso.

Tecnica della vibrazione

Infine, la tecnica della vibrazione consiste nel fare dei movimenti rapidi lateralmente, che assomigliano proprio a dei tremolii.

Massoterapia lombare: la più diffusa

La massoterapia lombare è tra le più diffuse applicazioni di questa pratica terapeutica ed è indicata in caso di lombalgia per attenuare i dolori a livello muscolare. In questo video è possibile vedere come si svolge un massaggio a livello lombare con le tecniche che abbiamo appena illustrato:

La masoterapia è una tecnica che in molti casi si rivela risolutiva, ma è bene ricordare che per ottenere dei risultati effettivi bisogna continuare tutto il ciclo di sedute.

Ti potrebbe interessare anche…


Loading...