Miorilassanti: tipologie, nomi e meccanismo d’azione

0
328
Miorilassanti

I miorilassanti sono farmaci in grado di rilassare la muscolatura scheletrica e liscia, ma a questa categoria appartengono molti rimedi differenti quindi è importante prima di tutto distinguerli e capire quale sia il loro meccanismo d’azione specifico. Come abbiamo visto, esistono alcuni miorilassanti naturali che in molte occasioni si rivelano davvero efficaci. Prima di assumere un medicinale quindi vale sempre la pena provare con un rimedio omeopatico, anche perchè le controindicazioni di questi tipi di farmaci non sono poche, così come i loro possibili effetti collaterali.

Non è un caso se la maggior parte dei farmaci miorilassanti necessitano della prescrizione medica per essere acquistati. Sono medicinali piuttosto forti, che devono essere assunti sotto stretto controllo medico.

Tipologie di miorilassanti: periferici e centrali

I farmaci miorilassanti si distinguono in due grandi tipologie, in base al loro meccanismo d’azione. Alcuni infatti agiscono sul sistema nervoso centrale (miorilassanti ad azione centrale) mentre altri agiscono sul sistema nervoso periferico (miorilassanti ad azione periferica). I primi sono quelli più prescritti, mentre i secondi vengono generalmente utilizzati in ambito chirurgico o diagnostico. Vediamo nel dettaglio le differenze tra questi medicinali.

Acquistalo al miglior prezzo su TrovaPrezzi !!!

Miorilassanti ad azione centrale

La particolarità di questi farmaci sta nel fatto che agiscono direttamente sul sistema nervoso centrale ma non sono tutti uguali. Alcuni vengono impiegati per il trattamento delle contratture muscolari mentre altri per la cura di patologie più complesse come quelle cerebrali. Di certo questa categoria di medicinali è la più prescritta, perchè come vedremo tra poco i miorilassanti ad azione periferica vengono impiegati soprattutto per rilassare la muscolatura prima delle operazioni chirurgiche o di interventi diagnostici invasivi.

Tra i miorilassanti ad azione centrale più noti troviamo l’Expose, il Muscoril, il Sirdalud ed il Lioresal.

Expose (principio attivo: eperisone)

L’Expose è un farmaco impiegato e prescritto per il trattamento di contratture muscolari dovute ad artrosi, cervicalgia, artrite, sciatalgia e via dicendo ma anche per la spasticità di varia natura (cerebrale, spinale, ecc.). L’Expose può avere diversi effetti collaterali tra cui capogiro, mal di testa, tremore, disturbi gastrointestinali e palpitazioni.

Muscoril (principio attivo: tiocolchicoside)

Il Muscoril, così come il Miotens che ha lo stesso principio attivo (il tiocolchicoside) viene prescritto soprattutto per il trattamento delle contratture muscolari legate alla colonna vertebrale. Si tratta di un farmaco indicato in caso di dolore acuto perchè ha un’azione non solo rilassante sulla muscolatura ma anche analgesica. Gli effetti collaterali di questo farmaco sono inferiori ma pur sempre da tenere in considerazione. Tra i principali troviamo sonnolenza e problemi gastrointestinali.

Sirdalud (principio attivo tizanidina)

Il Sirdalud è un miorilassante impiegato per il trattamento degli spasi muscolari associati anche in questo caso a disturbi della colonna vertebrale oppure ad interventi chirurgici. Viene anche prescritto per trattare la spasticità a livello muscolare derivante da patologie di varia natura. Anche in questo caso i possibili effetti collaterali sono diversi: sonnolenza, insonnia e problemi del sonno, capogiro, bradicardia, ipotensione, debolezza muscolare, ecc.

Lioresal (principio attivo baclofen)

Il Lioresal è un farmaco miorilassante piuttosto specifico, che viene prescritto per il trattamento di patologie del midollo spinale come la paraplegia e la paralisi spinale spastica. Viene utilizzato anche per la cura di alcune patologie cerebrali, di natura tumorale e non. Questo farmaco è piuttosto forte e richiede molta attenzione. Tra gli effetti collaterali che potrebbero comparire ne troviamo diversi: insonnia, stato confusionale, problemi respiratori, sonnolenza, problemi gastrointestinali, ecc.

Acquistalo al miglior prezzo su TrovaPrezzi !!!

Miorilassanti ad azione periferica

Come abbiamo accennato, i miorilassanti ad azione periferica sono farmaci che agiscono sul sistema nervoso periferico e che agiscono in modo differente rispetto a quelli appena descritti. Vengono impiegati soprattutto prima degli interventi chirurgici o di esami diagnostici invasivi per rilassare la muscolatura e facilitare di conseguenza l’operazione. E’ quindi raro che questi medicinali vengano prescritti al paziente perchè appunto sono impiegati specialmente in ambito clinico direttamente dal personale medico.

Miorilassanti naturali: funzionano?

Miorilassanti-naturaliOltre ai farmaci, che come abbiamo visto devono essere assunti con cautela e sotto stretto controllo del medico perchè hanno controindicazioni ed effetti collaterali da non sottovalutare, esistono anche dei miorilassanti completamente naturali. I rimedi di questo tipo sono davvero molti e prima di assumere un farmaco conviene sempre fare un tentativo, proprio perchè la loro efficacia è stata dimostrata scientificamente. Naturalmente, anche in questo caso ad ogni miorilassante corrisponde un’azione differente e bisogna quindi conoscere quali siano i più indicati per il tipo di problema che si deve trattare. In caso di mal di schiena, alle spalle e al collo (cervicalgia) per esempio si rivela molto utile la passiflora, mentre l’erba gatta è eccellente in caso di dolore associato a gonfiore. Per la cervicalgia potrebbe rivelarsi un vero toccasana anche la lavanda, mentre l’artiglio del diavolo è tra i più efficaci per qualsiasi tipo di dolore a livello muscolare…continua a leggere

Ti potrebbe interessare anche…


Loading...