Patrol: un analgesico efficace in caso di dolore acuto lieve o moderato

0
97
Patrol

Patrol è un farmaco che appartiene alla categoria degli analgesici e viene impiegato per il trattamento degli stati dolorosi acuti, lievi o moderati. Si tratta di un medicinale che necessita di prescrizione medica per poter essere acquistato in farmacia, anche perchè ha diverse controindicazioni che bisogna conoscere prima dell’assunzione. Patrol contiene Paracetamolo in associazione con Tramadolo e risulta particolarmente efficace, ma bisogna prestare attenzione perchè potrebbe entrare in interazione con altre tipologie di farmaci.

Se assunto in concomitanza con altri medicinali quindi, Patrol potrebbe provocare alcuni effetti collaterali anche importanti ed è bene consultare sempre il medico o il farmacista prima di assumerlo se si è già in cura con altre terapie farmacologiche. Rispettare la posologia indicata dal medico o nel foglietto illustrativo è fondamentale per evitare ripercussioni anche gravi e sovraddosaggi potenzialmente molto pericolosi. Va anche ricordato che Patrol potrebbe provocare dipendenza e quindi il suo utilizzo deve essere limitato nel tempo.

Patrol: indicazioni terapeutiche

Patrol contiene i principi attivi Paracetamolo e Tramadolo, un analgesico che appartiene alla classe degli oppioidi e che ha un effetto antidolorifico. Questo farmaco è indicato per il trattamento degli stati dolorosi acuti (lievi o moderati) nei pazienti che hanno trovato inefficace il solo impiego di Paracetamolo o di altri FANS.

Controindicazioni ed avvertenze

Patrol è controindicato e quindi non può essere assunto nei seguenti casi:

  • Pazienti con ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti contenuti nel medicinale;
  • Pazienti in trattamento con farmaci antidepressivi (attualmente o nelle 2 settimane precedenti l’assunzione di Patrol);
  • Pazienti affetti da insufficienza epatica grave;
  • Pazienti affetti da anemia emolitica grave;
  • Pazienti affetti da intossicazione acuta da alcol;
  • Pazienti affetti da epilessia non controllata da alcun trattamento;
  • Bambini e ragazzi di età inferiore ai 12 anni;
  • Donne in stato di gravidanza (certa o presunta);
  • Donne in allattamento.

Interazione con altri farmaci

Patrol potrebbe entrare in interazione con altre tipologie di medicinali, quindi è importante informare il medico o il farmacista qualora si stessero già assumendo altri farmaci. Questi infatti potrebbero alterare l’effetto di Patrol o provocare un peggioramento degli effetti indesiderati. In particolare, questo medicinale non deve essere associato ai seguenti farmaci perchè rischioso:

  • Farmaci inibitori delle monoaminossidasi A, perchè c’è il rischio che insorga la sindrome serotoninergica (che si manifesta con diarrea, sudorazione, tremori, confusione, tachicardia e coma);
  • Farmaci inibitori non selettivi delle monoaminossidasi, perchè c’è il rischio che insorga la sindrome serotoninergica (che si manifesta con diarrea, sudorazione, tremori, confusione, tachicardia e coma);
  • Farmaci inibitori selettivi delle monoaminossidasi B, perchè c’è il rischio che insorga la sindrome serotoninergica (che si manifesta con diarrea, sudorazione, tremori, confusione, tachicardia e coma).

Se si è in trattamento con questi medicinali o se si sono da poco sospesi, bisogna attendere almeno 2 settimane prima di assumere Patrol.

Posologia: modi e tempi di somministrazione

Come abbiamo già accennato, Patrol è un farmaco che richiede la prescrizione medica per poter essere acquistato in farmacia. Sarà quindi il medico ad indicare la corretta posologia da seguire, sulla base dell’entità del disturbo e della storia clinica del paziente. In caso di dubbio però si può fare riferimento al foglietto illustrativo, in cui sono indicati tempi e modi di assunzione. E’ importante non superare i dosaggi massimi consentiti.

  • Patrol compresse rivestite: 2 compresse al giorno, fino ad un massimo consentito di 8 compresse giornaliere;
  • Patrol compresse effervescenti: 2 compresse al giorno, fino ad un massimo consentito di 8 compresse giornaliere.

Tra una somministrazione e l’altra devono trascorrere almeno 6 ore ed il trattamento non deve essere prolungato per troppo tempo. Qualora il dolore non si risolvesse entro qualche giorno, conviene rivolgersi al proprio medico per cambiare terapia.

Effetti collaterali indesiderati

Dopo l’assunzione di Patrol potrebbero comparire alcuni effetti collaterali indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano. Qualora i sintomi dovessero peggiorare è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico.

Effetti indesiderati molto comuni (almeno 1 paziente su 10)

  • Nausea;
  • Sonnolenza;
  • Vertigini.

Effetti indesiderati comuni (almeno 1 paziente su 100)

  • Vomito;
  • Problemi gastrici e digestivi;
  • Stitichezza;
  • Gonfiore addominale;
  • Diarrea;
  • Mal di stomaco;
  • Bocca secca;
  • Sudorazione eccessiva;
  • Prurito;
  • Confusione;
  • Tremori;
  • Mal di testa;
  • Insonnia e disturbi del sonno;
  • Alterazioni dell’umore (nervosismo, euforia, ansia).

Effetti indesiderati non comuni (almeno 1 paziente su 1.000)

  • Aritmia cardiaca (palpitazioni, tachicardia, ecc.);
  • Formicolio a gambe e/o braccia;
  • Tinnito (ronzio alle orecchie);
  • Ipertensione;
  • Contrazioni muscolari involontarie;
  • Problemi nella minzione e difficoltà ad urinare;
  • Orticaria e rush cutanei;
  • Vampate di calore;
  • Brividi;
  • Difficoltà respiratorie;
  • Depressione;
  • Allucinazioni;
  • Incubi notturni;
  • Dolori al petto;
  • Difficoltà nella deglutizione;
  • Sangue nelle feci;
  • Perdita temporanea di memoria.

Effetti indesiderati rari (almeno 1 paziente su 10.000)

  • Atassia (difficoltà nella coordinazione dei movimenti);
  • Convulsioni;
  • Debolezza muscolare;
  • Dipendenza da farmaco;
  • Reazioni allergiche;
  • Peggioramento dell’asma;
  • Problemi del linguaggio;
  • Perdita transitoria della coscienza (sincope).

Ti potrebbe interessare anche…