FSH: cos’è, quando fare l’esame e come interpretare i risultati

0
364
Fsh

L’ormone follicolo-stimolante, chiamato anche FSH, riveste un ruolo importantissimo sia nell’uomo che nella donna. E’ infatti implicato nel corretto funzionamento delle gonadi, ossia degli organi anatomici che nel sistema riproduttivo maschile corrispondono ai testicoli e in quello femminile alle ovaie. Spesso l’esame dell’FSH viene effettuato per verificare che non siano presenti problemi di infertilità, ma anche per la diagnosi di altri disturbi legati al ciclo mestruale, alla menopausa o all’ipogonadismo nel caso degli uomini.

Anche se in maniera differente, l’ormone follicolo-stimolante ha un ruolo centrale in entrambi i sessi perchè come abbiamo accennato è coinvolto nel complesso apparato riproduttivo. Come vedremo, la misurazione dei valori di FSH nel sangue e l’interpretazione degli stessi varia a seconda di vari fattori quali il sesso, ma anche l’età del paziente.

FSH: cos’è e perchè si misura

L’FSH (ormone follicolo-stimolante) è una gonadotropina che viene prodotta dall’ipofisi ossia dalla ghiandola endocrina che si trova alla base del cranio. Questo ormone stimola la produzione degli ormoni sessuali (testosterone nell’uomo ed estrogeni nella donna) e regola la maturazione rispettivamente degli spermatozoi e del follicolo. La misurazione dei livelli di FSH è utile, sia nell’uomo che nella donna, per rilevare la presenza di problemi relativi alla fertilità ma anche per altre ragioni che vedremo tra poco. Naturalmente per comprendere l’importanza di questo ormone dobbiamo chiarire quale sia il suo ruolo specifico nel sistema riproduttivo maschile e in quello femminile.

La funzione dell’FSH nella donna

Nella donna, l’ormone follicolo-stimolante viene prodotto dall’ipofisi e insieme ad un altro ormone chiamato LH ha il compito di controllare la maturazione del follicolo e di stimolare la produzione di estrogeni. A loro volta, gli estrogeni mantengono in equilibrio le concentrazioni di FSH ed LH ma questo avviene solamente in età fertile. Dopo la menopausa o prima della pubertà infatti le concentrazioni dell’ormone follicolo-stimolante nel sangue sono differenti.

La funzione dell’FSH nell’uomo

Nell’uomo, l’ormone follicolo-stimolante ha invece il compito di stimolare la produzione degli spermatozoi ma anche di provvedere ad una loro corretta maturazione. L’FSH infatti regola anche la concentrazione di testosterone, indispensabile affinchè gli spermatozoi riescano a raggiungere la loro completa maturazione. Anche in questo caso le concentrazioni di questo ormone nel sangue variano in base all’età.

Esame FSH: quando farlo e perchè

La misurazione dei livelli di FSH nel sangue viene prescritta spesso per la diagnosi ed il trattamento dell’infertilità ma può rivelarsi utile anche per altri motivi. Nella donna, questo esame può essere prescritto nei seguenti casi:

  • Difficoltà nel concepimento (possibili problemi di infertilità);
  • Amenorrea o ciclo mestruale alterato;
  • Per il sospetto e la diagnosi di ipogonadismo;
  • Donne di età superiore ai 50 anni (per la diagnosi di menopausa);
  • Segni di sviluppo puberale nella bambina prima degli 8 anni (per la diagnosi di pubertà precoce).

Nell’uomo, l’esame può invece essere prescritto nei seguenti casi:

  • Difficoltà nel concepimento con la propria partner e risultati dubbi nello spermiogramma (possibili problemi di infertilità);
  • Per il sospetto e la diagnosi di ipogonadismo;
  • Segni di sviluppo puberale nel bambino prima dei 9 anni (per la diagnosi di pubertà precoce).

FSH: i valori di riferimento in uomo e donna

I valori considerati normali di FSH nel sangue della donna sono i seguenti:

  • Bambine e ragazze prima della pubertà: 0-4 mIU/ml
  • Bambine e ragazze nella fase della pubertà: 0.3-10 mIU/ml
  • Ragazze e donne in età fertile: 1-8.9 mIU/ml (durante la fase follicolare) – 4-25 mIU/ml (durante la fase dell’ovulazione) – 1-5.1 mIU/ml (durante la fase luteale).
  • Donne in menopausa: 16.7-134.8 mIU/ml

I valori considerati normali di FSH nel sangue dell’uomo sono i seguenti:

  • Bambini e ragazzi prima della pubertà: 0-5 mIU/ml
  • Bambini e ragazzi in pubertà: 0.3-10 mIU/ml
  • Adulti: 1.5-12.4 mIU/ml

Qualora i valori dovessero risultare alterati e in modo particolare alti, potrebbero esserci dei problemi che compromettono la fertilità.

FSH alto: cosa significa e come interpretare i risultati

Fsh-altoSe l’FSH nel sangue dovesse risultare più alto del normale, sia nell’uomo che nella donna le possibilità di riuscire ad avere successo nel concepimento sono inferiori. Nel caso maschile infatti risultati di questo tipo portano alla diagnosi di insufficienza testicolare primaria o ipogonadismo. Questo condizione determina una scarsa produzione di testosterone ed è spesso dovuta ad un difetto a livello testicolare. Nel caso femminile invece dei livelli elevati di FSH indicano una riserva ovarica scarsa e quindi maggiori difficoltà a rimanere incintacontinua a leggere

FSH alto: terapia in uomo e donna

Fortunatamente al giorno d’oggi esistono delle terapie ormonali sostitutive che in molti casi permettono di sopperire in caso di infertilità. Chi presenta livelli elevati di follicolo-stimolante nel sangue non è detto che non possa avere un bambino. Sicuramente le possibilità sono inferiori ma con la corretta terapia è possibile spesso risolvere il problema. Naturalmente tutto dipende dai casi, dall’età e dalla gravità della problematica. Tuttavia è sempre bene ricordare che al giorno d’oggi esistono terapie anche molto efficaci.

Ti potrebbe interessare anche…


Loading...