Occhio di pernice: cause, sintomi e come rimuoverlo con rimedi efficaci

0
885
Occhio-di-pernice

L’occhio di pernice è un particolare tipo di callo, che tende a comparire quasi esclusivamente sotto al piede e che in molti casi risulta doloroso e provoca molto fastidio, fino a rendere difficoltosa anche una semplicissima camminata. Chiamato anche tiloma, l’occhio di pernice non è un disturbo grave ma deve essere trattato proprio perchè compare in un posto particolarmente sensibile ed è nella maggior parte dei casi molto doloroso.

Come vedremo tra poco, riconoscere questo particolare tipo di callo non è difficile: lo si può vedere tranquillamente ad occhio nudo quindi la diagnosi è immediata, specialmente se effettuata da un podologo. Esistono diversi modi per eliminare questo ispessimento della pelle: spesso basta ricorrere ad una pomata specifica mentre nei casi più gravi occorre un intervento chirurgico per rimuoverlo. Una cosa però è certa: l’occhio di pernice si forma per delle cause ben precise e la prima cosa da fare è eliminare questi fattori, per fare in modo che il problema non si ripresenti anche in futuro.

Occhio di pernice: cos’è?

L’occhio di pernice non è altro che un particolare tipo di callo, che compare sempre sotto al piede. Si tratta quindi di un ispessimento della pelle che può essere duro oppure molle ma che in tutti i casi comporta una sensazione di dolore e di fastidio. A differenza dei calli, gli occhi di pernice hanno delle dimensioni più circoscritte e compaiono esclusivamente sui piedi. Se quindi doveste notare un ispessimento in altre parti del corpo come ad esempio sulla mano potete essere certi che non si tratta di un occhio di pernice ma piuttosto di un semplice callo.

Esistono due forme di occhi di pernice:

  • L’occhio di pernice duro è quello più diffuso e generalmente compare sul mellino ossia sul quinto dito del piede. Ha una forma circolare e provoca molto dolore.
  • L’occhio di pernice molle è meno diffuso e si caratterizza per il colore più chiaro, quasi biancastro. Si forma solitamente tra un dito e l’altro, nelle zone più umide e sudate del piede e può degenerare in infezioni fungine o batteriche.

Le cause dell’occhio di pernice

Come abbiamo già accennato, gli occhi di pernice compaiono per motivi ben precisi e non sono contagiosi quindi possiamo escludere qualsiasi fattore esterno. Le cause sono quasi sempre da attribuire all’utilizzo di scarpe troppo strette, che esercitano uno sfregamento eccessivo sul piede e provocano appunto la formazione di questo ispessimento cutaneo.

Anche delle scarpe troppo larghe rischiano di provocare questo disturbo: se il piede infatti tende ad andare su e giù si trova in uno stato di continuo sfregamento e a lungo andare può venirsi a formare questo tipo di callo.

Occhio di pernice: sintomi tipici

L’occhio di pernice provoca dei sintomi tipici che possono essere davvero molto fastidiosi e in alcuni casi rendere addirittura impossibile anche una semplice camminata. I sintomi più caratteristici di questo disturbo sono i seguenti:

  • Dolore localizzato, che tende a peggiorare con la pressione;
  • Difficoltà a camminare correttamente e indossare scarpe;
  • Dolore che si estende a tutto il piede, specialmente se si è costretti a rimanere in piedi per lunghi periodi di tempo.

Nonostante non si tratti di un disturbo particolarmente grave, l’occhio di pernice deve essere trattato perchè provoca dolore e perchè a lungo andare rischia di compromettere la postura durante la deambulazione.

Occhio di pernice: trattamenti e rimozione chirurgica

Come abbiamo già anticipato, gli occhi di pernice si possono eliminare in vari modi ma la primissima cosa da fare è agire sulle cause, in modo da prevenire la ricomparsa di questo fastidioso disturbo.

L’occhio di pernice tende a scomparire da solo entro qualche settimana, ma poichè spesso provoca molto dolore è possibile rimuoverlo chirurgicamente. Non si tratta di un’operazione complessa e basta rivolgersi ad un podologo per eliminare questo callo senza rischi. La rimozione dell’occhio di pernice non è dolorosa, perchè in questo punto le terminazioni nervose sono inattive e quindi non dovreste sentire assolutamente nulla.

In alternativa, è possibile reidratare la pelle con apposite pomate che si possono trovare in farmacia e cercare di mantenere sempre pulito il piede, per evitare che si sviluppino infezioni. Come abbiamo visto, gli occhi di pernice sono provocati quasi sempre dalle scarpe, quindi sarebbe consigliabile indossare calzature comode e piuttosto ampie, per il minor tempo possibile e lasciare il piede libero di respirare.

Per prevenire che si formino altri occhi di pernice, è importante asciugare sempre bene i piedi per evitare che si crei un’eccessiva umidità in questa zona ed eliminare qualsiasi causa che potrebbe aver scatenato questo fastidioso disturbo. L’occhio di pernice non è nulla di particolarmente grave, ma potrebbe diventare un vero problema quando compromette la deambulazione: prevenirlo è sicuramente importante, specialmente se si è già riscontrato questo problema e potrebbe quindi trattarsi di un disturbo a carattere recidivo.

Ti potrebbe interessare anche…