Tireoglobulina alta: non sempre si tratta di tumore

0
55
Tireoglobulina-alta

Avere la tireoglobulina alta nel sangue non è un buon segno: parliamo infatti di un marker tumorale e l’esame viene spesso richiesto proprio per verificare l’efficacia della terapia contro il cancro alla tiroide o la comparsa di eventuali recidive. Va però precisato sin da subito che non sempre la tireoglobulina alta indica la presenza di un tumore. Se questo valore risulta elevato nel sangue la causa potrebbe anche essere un altro problema alla tiroide come ad esempio il gozzo e l’ipertiroidismo. In quanto marker tumorale la tireoglobulina viene spesso associata ad un problema grave, ma prima di allarmarsi conviene fare ulteriori accertamenti.

Questo parametro da solo non è infatti sufficiente per effettuare una diagnosi di cancro alla tiroide: solo dopo una biopsia è possibile avere il quadro della situazione.

Tireoglobulina: cos’è e perchè si misura

Tireoglobulina-altaLa tireoglobulina è una proteina che si trova nel sangue e che viene sintetizzata dalla tiroide. La sua importanza dipende dal fatto che fa da precursore di due ormoni tiroidei fondamentali per la regolazione del metabolismo: la L-tiroxina (T4) e la L-tironina (T3). La quantità di tireoglobulina nel sangue viene misurata per verificare lo stato di salute della tiroide ed è conosciuta come il marker tumorale di questa ghiandola.

Nei pazienti affetti da tumore alla tiroide, la tireoglobulina viene misurata per monitorare l’efficacia della terapia, ma anche per controllare che non vi siano cellule cancerogene residue dopo un intervento di tiroidectomia. Va però precisato che non sempre la tireoglobulina alta indica la presenza di un cancro alla tiroide. In alcuni casi le cause di questi valori potrebbero risiedere in altre problematiche della ghiandola.

Tireoglobulina: i valori di riferimento nel sangue

Questa proteina dovrebbe essere presente in minime quantità nel sangue, ma è bene valutare la presenza anche di anticorpi anti-tireoglobulina. In assenza di tali anticorpi, negli adulti i valori della tireoglobulina dovrebbero essere entro questi range:

  • Bambini ed adulti: 3-40 ng/ml
  • Neonati (nei primi 2 giorni di vita): 36-48 ng/ml

Tireoglobulina alta: le possibili cause

Come abbiamo detto, non sempre la tireoglobulina alta è associata ad un tumore e  tra l’altro non tutti i tipi ci cancro alla tiroide producono un innalzamento dei valori di questa proteina. Le possibili cause di valori superiori al normale sono le seguenti:

Va precisato inoltre che delle minime variazioni nei valori possono dipendere da alcune abitudini e dallo stile di vita. I fumatori per esempio possono presentare una tireoglobulina leggermente più alta rispetto ai soggetti che non assumono nicotina.

Tireoglobulina alta e gozzo

Spesso la tireoglobulina si alza in presenza di gozzo, una patologia molto diffusa e legata quasi sempre ad una carenza di iodio nell’organismo. Il gozzo comporta un aumento di volume della tiroide e viene diagnosticato attraverso altre valutazioni cliniche. In presenza di questa patologia la tireoglobulina si alza, mentre i valori di TSH risultano più bassi del normale. Altri esami che vengono generalmente prescritti sono quelli degli anticorpi anti-tireoglobulina.

Tireoglobulina alta: i sintomi

In caso di valori elevati di questa proteina nel sangue, i sintomi dipendono strettamente dalla tipologia di problema che sta all’origine di questa anomalia. Il tumore alla tiroide sfortunatamente è spesso subdolo perchè asintomatico, ma negli stadi più avanzati potrebberi comparire alcuni dei seguenti sintomi tipici:

  • Linfonodi del collo gonfi;
  • Mal di gola;
  • Dolore al collo;
  • Gola gonfia;
  • Raucedine;
  • Problemi nella deglutizione;
  • Problemi respiratori.

Se invece la tireoglobulina è alta per via di un problema di ipertiroidismo, i sintomi più caratteristici di questa condizione sono i seguenti:

Il morbo di Basedow invece è una forma di ipertiroidismo autoimmune, caratterizzato dalla seguente sintomatologia:

  • Debolezza muscolare;
  • Osteoporosi;
  • Problemi di sonno;
  • Irritabilità;
  • Ipertiroidismo;
  • Gozzo;
  • Dermopatia;
  • Perdita di peso;
  • Diarrea;
  • Tachicardia;
  • Oftalmopatia.

Rimedi e trattamenti per i problemi e i tumori alla tiroide

Non esiste alcun metodo per abbassare i livelli di tireoglobulina nel sangue: anche modificando il proprio stile di vita, non è possibile porre rimedio a questi valori. L’unica cosa che deve essere fatta è curare la patologia che sta all’origine di questa condizione. Nel caso di un tumore alla tiroide, le modalità d’intervento sono oggi diverse e dipendono dalla gravità e dalle dimensioni del cancro. In alcuni casi si procede con la tiroidectomia ed i livelli di tireoglobulina vengono misurati dopo l’operazione per verificare che siano state eliminate tutte le cellule cancerogene.

In caso di ipertiroidismo e di morbo di Basedow vengono prescritti dei farmaci specifici per controllare l’attività della tiroide e tenere la sintomatologia sotto controllo. Fortunatamente al giorno d’oggi è possibile trattare con successo la maggior parte dei problemi di questa ghiandola.

Ti potrebbe interessare anche…