Dolore allo sterno: le possibili cause di un sintomo comune

0
200
Dolore-allo-sterno

Il dolore allo sterno è un sintomo molto comune ma piuttosto difficile da interpretare, perchè le cause potrebbero essere di varia natura ed origine. Tuttavia, non sempre si presenta allo stesso modo: in alcuni il dolore compare solamente al tatto, in altri con il movimento e in altre persone ancora nelle situazioni di riposo. Questi sono tutti elementi che ci possono aiutare a capire quale sia la causa alla base di questo sintomo, quindi è sempre utile tenerli in considerazione. Inoltre, può capitare che al dolore allo sterno siano associati altri sintomi e anche questi sono importanti perchè ci possono fornire degli elementi utili per una diagnosi più accurata. 

Dolore allo sterno: le possibili cause

Spesso, quando si avverte dolore allo sterno la prima cosa a cui si pensa è l’infarto e naturalmente ci si allarma. Tuttavia, anche se questa è una causa da non escludere, una sensazione dolorosa all’altezza dello sterno può avere origine da moltissimi altri organi e patologie collegate. Tra questi ad esempio troviamo i polmoni, l’apparato muscolare ma anche il sistema gastrointestinale. Prima quindi di allarmarci conviene riflettere bene e prestare attenzione a quei sintomi che potrebbero aiutarci a capire da dove provenga il dolore allo sterno che sentiamo. Ricordiamo che in alcuni casi questo sintomo dipende anche da fattori psicologici: le persone ansiose potrebbero lamentare questa sensazione dolorosa. 

Cause cardiocircolatorie

Come abbiamo appena accennato, i problemi di natura cardiocircolatoria sono spesso associati ad una sensazione di dolore toracico e quindi allo sterno. In questi casi i sintomi associati tendono a comparire all’improvviso e dipendono da patologia a patologia, ma non sempre si riescono ad identificare. Se però il dolore allo sterno si presenta solamente al tatto, molto probabilmente queste cause si possono escludere. I sintomi invece che potrebbero essere associati sono dolore al braccio sinistro e palpitazioni. Tra i disturbi cardiocircolatori che possono provocare dolore allo sterno ricordiamo i seguenti:

Cause respiratorie

Se al dolore sternale sono associati sintomi come tosse persistente e difficoltà respiratorie, molto probabilmente la causa è da rintracciare in una patologia a carico dei polmoni o delle strutture connesse. Tra le malattie respiratorie che possono presentare tra i loro sintomi anche il dolore allo sterno troviamo le seguenti:

Cause di natura muscolare, scheletrica o nervosa

Se il dolore allo sterno si avverte solamente in alcuni momenti, dopo aver compiuto alcuni movimenti in particolari, oppure quando ci si tocca nella zona interessata, potrebbe trattarsi di un problema a livello di muscoli, ossa o articolazioni. I disturbi e le patologie collegate in questo caso potrebbero essere le seguenti:

  • Frattura dello sterno;
  • Frattura o incrinatura di una costola;
  • Fibromialgia;
  • Mastodinia;
  • Costocondrite;
  • Fuoco di Sant’Antonio.

Cause di natura gastrointestinale

Se il dolore sternale è associato a bruciore e acidità di stomaco, allora la causa potrebbe essere un disturbo gastrointestinale. In questo caso è piuttosto semplice identificare la causa perchè si manifesta con sintomi ben precisi. Tra le patologie ed i problemi più comuni in questo senso troviamo i seguenti:

Cause psicologiche

Spesso il dolore allo sterno dipende da fattori psicologici e in particolare dall’ansia. Le persone che soffrono di questo disturbo vanno spesso in iperventilazione e ciò provoca il tipico dolore sternale lamentato di frequente.

Dolore allo sterno: quando preoccuparsi

Il dolore sternale può essere dovuto, come abbiamo visto, a diversi fattori di natura diversa e quindi non sempre si può capirne l’origine vera e propria. Se si tratta di un problema passeggero solitamente non c’è molto di che preoccuparsi ma se dovesse rimanere per diverso tempo conviene rivolgersi al medico per escludere eventuali patologie gravi e pericolose come l’attacco cardiaco. Come abbiamo detto, è meno preoccupante se il dolore si presenta al tatto mentre se si avverte in modo sordo e continuo potrebbe essere più grave e non trascurabile. 

In tutti i casi, per stare tranquilli conviene sempre rivolgersi al proprio medico di fiducia in modo da escludere le cause più preoccupanti e poter stare quindi più tranquilli. Il dolore allo sterno purtroppo è uno di quei sintomi che in alcuni casi possono non avere collegamenti con patologie ma che in altre situazioni potrebbero essere un campanello d’allarme molto importante. Non bisogna quindi mai sottovalutare questo sintomo, specialmente se si possono escludere cause di tipo muscolare o scheletrico che sono le meno preoccupanti. 

Naturalmente, la terapia più adeguata per trattare questo dolore dipende dalla patologia che lo causa. Bisogna prima di tutto intervenire su questa, in modo da trattare non solo il dolore allo sterno ma tutta la sintomatologia ad esso collegata.

Ti potrebbe interessare anche…