Piedi gonfi: le cause da non sottovalutare e i rimedi più efficaci

0
144
Piedi-gonfi

Caviglie e piedi gonfi possono essere un sintomo da non sottovlautare, anche se non sempre è così. In molti casi, il giofiore è dovuto ad abitudini scorrette e quindi a fattori che si possono correggere e soprattutto che non hanno nulla a che fare con patologie serie. Ad ogni modo, avere i piedi gonfi di frequente non è piacevole, anche perchè spesso e volentieri a questo sintomo se ne accompagnano altri come stanchezza e dolore. E’ quindi importante risalire alle cause di questo disturbo, in modo da trovare dei rimedi che siano realmente efficaci. Naturalmente, se all’origine del gonfiore localizzato c’è una patologia si dovrà prima di tutto curare quella ma se si tratta solo di un fattore ambientale è sufficiente correggere le proprie abitudini per risolvere il problema.

Piedi gonfi: le cause non patologiche

Bisogna specificare che molte persone tendono a sottovalutare questo sintomo, eppure bisogna stare molto attenti. Se infatti capita spesso di avere i piedi gonfi, alla base di questo disturbo potrebbe esserci una malattia anche molto seria. Come fare per capire quale potrebbe essere la causa? Naturalmente conviene rivolgersi al proprio medico, ma possiamo iniziare con l’escludere eventuali fattori ambientali che potrebbero essere all’origine del problema. Come abbiamo detto infatti, non sempre il gonfiore localizzato in piedi e caviglie dipende da una patologia seria: in molti casi si tratta della conseguenza di abitudini che possiamo correggere.

Solitamente, quando non è il sintomo di una malattia il gonfiore dipende da un eccesso di liquidi nel tessuto adiposo sottocutaneo ossia dalla ritenzione idrica. Questa a sua volta potrebbe dipendere da alcune patologie ma in moltissimi casi è determinata da uno stile di vita scorretto. Tra le cause non patologiche dei piedi gonfi possiamo trovare le seguenti:

  • Abitudine di indossare scarpe strette, scomode o con il tacco alto;
  • Abitudine a trascorrere molte ore in piedi o seduti;
  • Scarsa attività fisica;
  • Fumo di sigaretta;
  • Alimentazione ricca di grassi e sale.

Tutti questi fattori sono in realtà legati ad una cattiva circolazione sanguigna: il fumo di sigaretta per esempio peggiora la circolazione perchè tende ad ostruire i vasi sanguigni. Spesso anche il caldo è complice di questo disturbo, quindi se capita di avere i piedi gonfi solamente in estate basta fare un bel pediluvio con acqua fredda per risolvere il problema.

Piedi gonfi: le cause patologiche e quando preoccuparsi

In alcuni casi, il gonfiore localizzato in piedi e caviglie può essere il sintomo di una patologia anche molto seria. Non conviene quindi trascurarlo ma piuttosto rivolgersi al proprio medico di base in modo da comprendere quale sia il problema all’origine di questo disturbo.

Le malattie che possono determinare il gonfiore localizzato in piedi e caviglie sono le seguenti:

  • Trombosi venosa profonda: comporta la formazione di un coagulo di sangue all’interno di una vena e solitamente si verifica nelle gambe o nelle caviglie. Altri sintomi di questa patologia sono dolore, sensazione di calore e arrossamento.
  • Insufficienza cardiaca: comporta un accumulo di liquidi ossia un edema che spesso interessa gli arti inferiori. In caso di insufficienza cardiaca si presentano anche altri sintomi specifici come inappetenza, tachicardia e dispndea.
  • Linfedema: si tratta di un ristagno di linfa e dipende da un problema a livello del sistema linfatico. Interessa soprattutto gli anziani e le donne.
  • Artrosi del piede: anche questa è legata soprattutto all’età e interessa maggiormente gli anziani.
  • Infiammazione del tendine di Achille: questa potrebbe essere la causa di un piede gonfio monolaterale, e quindi di una sola articolazione.
  • Gotta: si tratta di una forma di artrite, particolarmente dolorosa.
  • Borsite: ossia l’infiammazione della borsa sierosa del piede, che nella maggior parte dei casi è molto dolorosa.

Piedi gonfi: rimedi naturali e farmaci efficaci

Piedi-gonfi-rimediCome abbiamo già accennato, in caso di gonfiore localizzato in piedi e caviglie si possono adottare alcuni rimedi che si rivelano efficaci. Bisogna però prima di tutto capire quali siano le cause del disturbo, perchè se all’origine c’è una patologia bisogna agire direttamente su questa e intraprendere una cura specifica.

Naturalmente, se il gonfiore dipende da cattive abitudini bisogna innanzitutto correggerle: indossare quindi delle scarpe comode, ridurre o smettere di fumare, bere molti liquidi per contrastare il fenomeno della ritenzione idrica e seguire una dieta bilanciata e povera di sale.

Per quanto riguarda i rimedi naturali, quello più efficace rimane il pediluvio: mettete i piedi in una bacinella piena di acqua calda ma non bollente e aggiungete un po’ di sale per favorire il drenaggio dei liquidi. Infine, mettete i piedi sotto un getto di acqua fredda per favorire la circolazione sanguigna. Il gonfiore ed il dolore dovrebbero alleviarsi. Meglio questo rimedio che assumere farmaci specifici.

Ti potrebbe interessare anche…